/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, torna a vivere l'Auditorium 'Nino Rota'

Bari, torna a vivere l'Auditorium 'Nino Rota'

Per l'agibilità, prevista entro luglio, mancherebbero solo alcuni adempimenti burocratici. L'ultimo evento risale al 1991

Costato 8milioni di euro e chiuso alla città dal 1991, dopo polemiche e rallentamenti, torna a vivere l'Auditorium Nino Rota. Questa mattina il sopralluogo del sindaco Antonio Decaro e della presidente del Conservatorio di Musica "Niccolò Piccinni" Marida Dentamaro, accompagnati dai tecnici responsabili. "Questo lavoro non è iniziato bene e poteva finire peggio - la parole di Decaro - ma per fortuna abbiamo creato un percorso per arrivare all'agibilità della struttura". Completati i lavori, per l'agibilità, prevista entro luglio, mancherebbero solo alcuni adempimenti burocratici (certificazione incendi, licenza commissione vigilanza del pubblico spettacolo, collaudo statico e impianto termico). E per accelerare il tutto, ieri il Ministero dell'università e della ricerca ha finanziato l'ultima tranche di 650mila euro per poter completare il pagamento dei lavori all'azienda che si è occupata della ristrutturazione dell'Auditorium Nino Rota. 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.