Home Attualità Bari, servizio taxi persone con disabilità: online l’avviso per la formazione della...

Bari, servizio taxi persone con disabilità: online l’avviso per la formazione della graduatoria

La graduatoria, di durata biennale, consentirà di coprire i posti disponibili in caso di rinuncia

È online sul sito del Comune, l’avviso pubblico per la formazione della graduatoria delle persone con disabilità aventi diritto al servizio di trasporto taxi presso sedi prestabilite. La graduatoria, di durata biennale, consentirà di coprire i posti che si renderanno disponibili in caso di rinuncia degli attuali beneficiari. Il servizio è riservato a cittadini, di età compresa tra i 14 e i 65 anni, con riconosciuta invalidità fisica o psichica non inferiore al 70%, che non sono in grado di servirsi dei mezzi pubblici, ed è a titolo gratuito per quanti hanno un reddito familiare ISEE non superiore a € 13.122,80. Il servizio consiste nell’accompagnamento, nell’ambito del territorio comunale, nella fascia oraria compresa dalle ore 6.00 alle ore 21.00, dalle abitazioni degli utenti a: posti di lavoro, centri socio-culturali, educativi e ricreativi, centri di riabilitazione fisica e fisioterapia non convenzionati ASL e Università degli Studi di Bari. Le domande dovranno essere presentate entro il 30 aprile 2016 esclusivamente mediante raccomandata postale con ricevuta di ritorno e inviate alla ripartizione Servizi alla persona – piazza Chiurlia, 27 con la seguente dicitura: “Comune di Bari – Ripartizione Servizi alla Persona – piazza Chiurlia, 27 – I piano – 70122 Bari. Avviso Pubblico per la formazione della graduatoria degli aventi diritto al servizio di trasporto presso sedi prestabilite”. Il modulo di domanda è disponibile sul sito del Comune di Bari, in allegato all’avviso pubblico, presso l’ufficio front- office della Ripartizione Servizi alla persona di piazza Chiurlia, 27- 1 piano, e presso l’ufficio URP in via Roberto da Bari, 1.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo