/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

"Lo sport per tutti" a Gioia del Colle: giochi speciali con 150 atleti disabili provenienti da tutta la Puglia

"Lo sport per tutti" a Gioia del Colle: giochi speciali con 150 atleti disabili provenienti da tutta la Puglia

Giochi Speciali con 150 atleti con disabilità provenienti da tutta la Puglia.  I Lions “Monte Johe” e gli Assessorati al Welfare e allo Sport del Comune di Gioia del Colle, organizzano per la prima volta, giovedì 26 gennaio i “Giochi speciali. Lo sport per tutti. Andare oltre, osare”. L’evento, in collaborazione con il team Puglia di Special Olympics, il 36° Stormo, Aso.tu.dis., Casa di gioia, la Consulta dello sport, il Coni, SIDiMa, l’A.S.D. New Real Volley Gioia, Junior Basket Minozzi, l’ANSPI di Gioia del Colle, l’Age Avetrana e l’A.s.d. Arcieri della Murgia, si impegna a promuovere una più diffusa e approfondita conoscenza sui temi della disabilità, per sostenere la piena inclusione in ogni ambito della vita e per allontanare ogni forma di discriminazione e violenza, incoraggiando la rappresentanza delle persone con disabilità in modo coerente e nel rispetto dei diritti umani. Lo sport è al centro della manifestazione e vedrà la presenza di oltre cento atleti di sei team pugliesi per le discipline di basket, di badminton, di bowling, di tiro con l’arco e di baskin. Programma dei “Giochi speciali”, 26 gennaio, al Palazzetto dello sport. La cerimonia di apertura è programmata per le ore 9.30 di giovedì 26 gennaio al Palazzetto dello sport. Seguirà, alle 10.00, l’inizio delle gare sportive di basket, di badminton, di bowling, di tiro con l’arco e di baskin. Nel pomeriggio l’evento si concluderà, grazie all'ospitalità del comandante Bruno Levati, nella sede dell’aeroporto militare, a partire dalle 16.00 con le premiazioni degli atleti e la cerimonia di chiusura dei giochi.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.