Home Apertura Bozza nuovo DPCM, ristoranti aperti a pranzo anche a Natale. Capodanno: coprifuoco...

Bozza nuovo DPCM, ristoranti aperti a pranzo anche a Natale. Capodanno: coprifuoco fino alle 7

Le misure contenute nel nuovo DPCM, che entrerà in vigore da domani, resteranno valide fino al 15 gennaio. È quanto prevede la bozza del provvedimento inviata alla Regioni. Il ‘Pacchetto’ di interventi per Natale, invece, sarà in vigore dal 21 dicembre al 6 gennaio. Niente riapertura per i centri commerciali nei fine settimana e nei giorni festivi e negozi aperti fino alle 21.

Dalla bozza si evince che i ristoranti resteranno aperti a pranzo anche a Natale, Santo Stefano, Capodanno ed Epifania: non sono previste, infatti, restrizioni ulteriori rispetto all’orario limitato dalle 5 alle 18 anche per i bar e altri locali di somministrazione cibi e bevande. “Il consumo al tavolo – si legge nel testo, però – è consentito per un massimo di quattro persone, salvo che siano tutti conviventi”.

A Capodanno coprifuoco fino alle 7 del mattino e non fino alle 5 come gli altri giorni. Per chi deciderà di passare il 31 notte in albergo sarà possibile organizzare un veglione di fine anno in camera. Secondo la bozza del DPCM, infatti, “resta consentita senza limiti di orario la ristorazione nelle strutture ricettive limitatamente ai propri clienti che siano ivi alloggiati. Dalle ore 18.00 del 31 dicembre e fino alle ore 7.00 del 1° gennaio, la ristorazione è consentita solo con servizio in camera”.

Dal 7 gennaio, poi, si potrà tornare a sciare. Dalla stessa data, ritorno in classe al 50% per gli studenti delle superiori. “Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado – si legge – adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica in modo che il 100% delle attività sia svolta tramite il ricorso alla didattica digitale integrata e che, a decorrere dal 7 gennaio 2021, al 50% della popolazione studentesca sia garantita l’attività didattica in presenza”.

Buon 48esimo Telebari!

Exit mobile version