/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bitritto, musica e balli per i 100 anni di nonna Lidia: “Nipoti bravi e belli? Ovvio, li ho cresciuti io!”

Bitritto, musica e balli per i 100 anni di nonna Lidia: “Nipoti bravi e belli? Ovvio, li ho cresciuti io!”

“Appena mi ha visto ha arrotolato un foglio di carta ed ha fatto finta di fumare uno spinello”, racconta divertito Ivan, uno dei tanti nipoti arrivati per la festa. Nonna Lidia Catalano è così: allegra e giocherellona, lucida e coinvolgente. E ieri pomeriggio, nella casa di riposo “Hotel San Francisco” di Bitritto, ha festeggiato il suo compleanno numero 100.

Musica e balli hanno fatto da cornice all’affetto smisurato di parenti e amici arrivati in Puglia da ogni parte del mondo. Sì, perché se il nipote Ivan per abbracciare la nonna ha dovuto percorrere “solo” i 500 chilometri che separano Bitritto da Roma, la figlia Chiara e la nipote Annabella sono arrivate direttamente da New York. Un regalo apprezzato quanto l’amore che quotidianamente le donano l’altra figlia Paola, la nipote più grande Flora e tutte le persone che la supernonna continua ad incontrare nel suo percorso di vita.

Per festeggiare il compleanno della signora arriva anche il sindaco di Bitritto, Giuseppe Giulitto. Il primo cittadino fa i complimenti alla famiglia. Nonna Lidia lo ascolta attentamente ma dopo qualche secondo lo interrompe: “Dice che sono bravi e belli? Ovvio, li ho cresciuti io…!”.

Auguri nonna Lidia, cent’anni per carta d’identità ma grinta ed entusiasmo di una magnifica ragazzina.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.