/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

“Periferie aperte”, in arrivo 100 milioni per 41 comuni. Il primo progetto finanziato a Bari è l'ex Gasometro

“Periferie aperte”, in arrivo 100 milioni per 41 comuni. Il primo progetto finanziato a Bari è l'ex Gasometro

Dai sindaci di Bari e Firenze, Antonio Decaro e Dario Nardella, ai sindaci di Roma e Firenze Virginia Raggi e Chiara Appendino, al sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Ventiquattro primi cittadini, con fascia tricolore, hanno firmato questa mattina nella sala dei Galeoni di Palazzo Chigi, con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, le convenzioni per la realizzazione di progetti di riqualificazione delle periferie.

 

Le città che hanno firmato oggi le convenzioni sono: le Città metropolitane di Bari, Firenze, Milano, Bologna e i Comuni capoluogo di provincia o di città metropolitana di Avellino, Lecce, Vicenza, Bergamo, Modena, Torino, Grosseto, Mantova, Brescia, Andria, Latina, Genova, Oristano, Napoli, Ascoli Piceno, Salerno, Messina, Prato, Roma.

 

A Bari il progetto "Periferie aperte" coinvolge 41 comuni dell'area metropolitana, prevedendo 36 interventi strategici di riqualificazione dello spazio pubblico e una forte azione di sistema metropolitana sul tema dell'arte pubblica attraverso la selezione e realizzazione di 41 opere realizzate da giovani artisti. Lo ha annunciato oggi il sindaco della città Antonio Decaro, presidente dell'Anci, alla conferenza stampa in cui sono stati presentati 24 progetti ammessi al finanziamento del Programma per le periferie. Il valore del progetto è di oltre 100 milioni di euro e prevede sei tipologie di azione: riqualificazione delle piazze, creazione di parchi urbani polifunzionali, rafforzamento del verde urbano, insediamento di aree sportive attrezzate, promozione della sicurezza, incremento della mobilità sostenibile.

 

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.