/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Nuovo marciapiede via Sparano, Comitato di Liberazione delle Palme: “Troppo inclinato. Per i disabili sarà un problema”

Nuovo marciapiede via Sparano, Comitato di Liberazione delle Palme: “Troppo inclinato. Per i disabili sarà un problema”

Il Comitato di Liberazione delle Palme, delegazione di cittadini costituitasi tra il serio e il faceto durante l’annosa questione relativa al restyling di via Sparano in favore dello sgombero di alberi e vasconi, questa volta, idealmente, tira per la giacchetta il progettista: nella messa in opera del nuovo marciapiede c’è qualcosa che non va.

Il gruppo Facebook conta quasi 900 persone e nelle scorse ore gli utenti hanno messo al centro della discussione il risultato dei primi lavori di pavimentazione. “Ci troviamo coinvolti nella polemica sul marciapiede del primo isolato di via Sparano da chi ritiene, con un approccio di basso profilo, di approfittare di un problema di cantiere per rimettere in discussione tutto il progetto e per attribuire a questo Comitato delle opinioni mai esplicitate - scrivono in una nota -. Il Comitato quindi, con la correttezza che lo ha sempre distinto fin dalla fondazione, intende scindere il problema particolare dal progetto generale”.

La premessa, dunque, lascia spazio al problema: un marciapiede con una pendenza accentuata. Del 6.6 per cento, per la precisione. Una percentuale che secondo il comitato potrebbe creare delle difficoltà. Soprattutto ai cittadini disabili. “Con riferimento all'inclinazione del nuovo marciapiede del primo isolato di Via Sparano - scrivono - il CLP ritiene che la stessa sia troppo accentuata per permettere una corretta fruibilità dello stesso da portatori di disabilità come anche da normali passanti. Il problema è sicuramente dovuto alle preesistenze ai margini, impossibili da valutare in fase progettuale esecutiva perché affiorano caso per caso durante i lavori. Considerata la difficoltà, almeno in quel tratto, di poter rialzare la strada centrale per problemi di smaltimento delle acque piovane, che altrimenti potrebbero allagare le attività commerciali dal lato sottoposto, l'unica soluzione possibile appare quella di realizzare un gradino per riportare la pendenza del marciapiede a livelli accettabili”.

“Il Comitato - concludono - ritiene che tale problema possa ripresentarsi anche negli altri isolati e quindi chiede all'Amministrazione di verificare con tecnici della direzione lavori l'adozione di eventuali correzioni esecutive al progetto. Tuttavia, per quanto riguarda la sterile e continua polemica degli oppositori a prescindere rispondiamo con il confronto tra due foto entrambe scattate questa mattina: una di fronte al negozio H&M e una sul primo isolato pavimentato. Invitiamo anche tutti i benpensanti dotati di livello di andare a valutare l'attuale pendenza del marciapiede di fronte ad H&M e di inorridirsi allo stesso modo”.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.