/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, in cinquemila per strada contro le mafie. Decaro: “Camminiamo verso la legalità”

Bari, in cinquemila per strada contro le mafie. Decaro: “Camminiamo verso la legalità”

I marcia verso piazza della Libertà, a Bari, il corteo di Libera per la Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime di mafia. In circa cinquemila, tra studenti, familiari di vittime, rappresentanti delle istituzione e delle associazioni provenienti da tutta la regione stanno sfilando dallo stadio della Vittoria, scelto come luogo del raduno perché proprio lì, 25 anni fa, furono accolti migliaia di cittadini albanesi sbarcati dalla nave Vlora.

 

In testa al corteo ci sono i familiari di alcune delle vittime di mafia pugliesi con indosso una maglietta su cui è stampato il volto del loro caro ucciso dalla criminalità. Poi intere scolaresche con mani di cartoncino con le scritte "libertà", "coraggio", "rispetto", seguite dai gonfaloni dei Comuni che hanno aderito alla manifestazione e i sindaci di quelle città. Accanto al primo cittadino di Bari e presidente dell'Anci, Antonio Decaro, ci sono i sindaci e i delegati dei Comuni di Statte, Mottola, Ruvo di Puglia, Bitonto, San Vito dei Normanni, Gioia del Colle, Mesagne, Cisternino, Spinazzola e Giovinazzo. 

"Ci sono tante persone, studenti, cittadini, istituzioni che marciano oggi verso un'unica direzione: la legalità". Lo ha detto il sindaco di Bari e presidente dell'Anci, Antonio Decaro, che partecipa oggi al corteo di Libera in occasione della Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime di mafia.

 

"Questo Paese - ha detto Decaro - ha dimostrato tante volte di saper reagire e di non sottostare alle intimidazioni mafiose. Per Bari ha un significato particolarmente importante e la grande partecipazione dimostra la grande attualità delle parole pronunciate dal presidente Mattarella qualche giorno fa a Locri, dove ha detto che la lotta alla mafia interessa tutti e nessuno si può sottrarre".

 

"Credo che in questa città come nell'intero Paese - ha continuato Decaro - non possano esistere zone franche. Sono orgoglioso del fatto che oggi da tutta la Puglia tante persone, tantissimi giovani siano qui e sfilo con onore insieme a tanti sindaci che costituiscono spesso il terminale più esposto rispetto alla criminalità organizzata".

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.