Home Attualità Covid in Puglia, altri casi sospetti di variante indiana: Policlinico di Bari...

Covid in Puglia, altri casi sospetti di variante indiana: Policlinico di Bari e Istituto Zooprofilattico al lavoro

Oltre ai due casi già accertati ieri sera, in Puglia sono in corso indagini su altri casi sospetti della variante indiana del Covid. Lo conferma all’ANSA una fonte sanitaria. Gli accertamenti – a quanto si apprende – vengono svolti dai laboratori del Policlinico di Bari e dell’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata, i due centri hub per il sequenziamento dei ceppi.

Ieri l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco, ha comunicato i due casi accertati, che riguardano due persone rientrate dall’India. A fine aprile, in Puglia, sono stati identificati anche tre ceppi di variante brasiliana, ma al momento quella predominante resta la variante inglese.

Ad oggi sono oltre 100 i ceppi di Covid sequenziati nel laboratorio Covid del Policlinico di Bari, diretto da Maria Chironna, responsabile della Rete pugliese dei laboratori Covid. L’ospedale ha investito circa 150mila euro nel sequenziamento delle varianti attraverso un finanziamento straordinario. Ed è proprio grazie a questa attività che, a dicembre 2020, è stata sequenziata la prima variante inglese identificata in Puglia, oltre a quelle brasiliane identificate nei giorni scorsi.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui