Bari, a Carbonara parte l’operazione “spendo e risparmio”: 34 commercianti sfidano la grande distribuzione - VIDEO

Bari, a Carbonara parte l’operazione “spendo e risparmio”: 34 commercianti sfidano la grande distribuzione - VIDEO

Rilanciare il commercio di quartiere attraverso una raccolta punti. Parte a Carbonara l'operazione “spendo e risparmio” con 34 commercianti di diverse tipologie, dagli alimentari alla farmacia, dalla ristorazione all'abbigliamento, che provano a sfidare la grande distribuzione lanciando un messaggio ai clienti: fare la spesa sotto casa conviene e aiuta la crescita del territorio.

L'iniziativa promossa dall'associazione dei commercianti A.S.C.S. funziona come una normale raccolta punti: ogni 10 euro di spesa si riceve un bollino. Arrivati a 25 c'è il diritto a un buono da 10 euro spendibile indistintamente in uno degli esercizi aderenti. Al cliente non resta che acquistare nel proprio quartiere nei negozi che espongono il manifesto in vetrina.

"Non abbiamo un impatto così differente dalla grande distribuzione - spiega Stefano Diana, commerciante del quartiere tra i promotori dell'iniziativa - anche da noi i prezzi sono molto convenienti. Proviamo a fare squadra sul territorio. Siamo 34 esercizi e diamo 34 possibilità di risparmiare".

Gli fa eco Mariella Abbinante, titolare di un bar: "I commercianti del territorio si lamentano perché ci sono gli ipermercati, perché non si spende nel quartiere. Effettivamente la gente tende sempre ad andare fuori. Quindi abbiamo pensato di unire innanzitutto le attività del quartiere per invogliare i la nostra utenza".

Bari, a Carbonara parte l’operazione “spendo e risparmio”: 34 commercianti sfidano la grande distribuzione - VIDEO
Watch the video

Bari, a Carbonara parte l’operazione “spendo e risparmio”: 34 commercianti sfidano la grande distribuzione - VIDEO

Rilanciare il commercio di quartiere attraverso una raccolta punti. Parte a Carbonara l'operazione “spendo e risparmio” con 34 commercianti di diverse tipologie, dagli alimentari alla farmacia, dalla ristorazione all'abbigliamento, che provano a sfidare la grande distribuzione lanciando un messaggio ai clienti: fare la spesa sotto casa conviene e aiuta la crescita del territorio.

L'iniziativa promossa dall'associazione dei commercianti A.S.C.S. funziona come una normale raccolta punti: ogni 10 euro di spesa si riceve un bollino. Arrivati a 25 c'è il diritto a un buono da 10 euro spendibile indistintamente in uno degli esercizi aderenti. Al cliente non resta che acquistare nel proprio quartiere nei negozi che espongono il manifesto in vetrina.

"Non abbiamo un impatto così differente dalla grande distribuzione - spiega Stefano Diana, commerciante del quartiere tra i promotori dell'iniziativa - anche da noi i prezzi sono molto convenienti. Proviamo a fare squadra sul territorio. Siamo 34 esercizi e diamo 34 possibilità di risparmiare".

Gli fa eco Mariella Abbinante, titolare di un bar: "I commercianti del territorio si lamentano perché ci sono gli ipermercati, perché non si spende nel quartiere. Effettivamente la gente tende sempre ad andare fuori. Quindi abbiamo pensato di unire innanzitutto le attività del quartiere per invogliare i la nostra utenza".

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Questo sito utilizza cookies di Google Analytics e dei principali social network. Se sei d'accordo continua la navigazione o accetta. Altrimenti abbandona il sito web!