/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

G7 a Bari, sfila il corteo. Il messaggio di protesta è anche in dialetto: “Ammin abbasc u g sett” - VIDEO

G7 a Bari, sfila il corteo. Il messaggio di protesta è anche in dialetto: “Ammin abbasc u g sett” - VIDEO

“Contro sfruttamento, guerra e devastazione dei territori: resistenza e solidarietà” e poi ancora un messaggio in dialetto barese (che gli amanti della grammatica dialettale contesteranno, ndr) che contestualizza il G7 Finanze nel luogo in cui è ospitato, Bari appunto: “Ammin abbasc u g sett”. Questo il testo dello striscione portato in giro per la città dal corteo di protesta nei confronti della “riunione dei potenti”.

I manifestanti che si sono dati appuntamento questa mattina in zona Parco 2 Giugno sono circa 300. Alle 11 in punto, con un ritardo considerevole sulla tabella di marcia, si sono mossi in direzione centro. Un automezzo in testa al gruppo, con cassone arricchito da casse e microfono, è utilizzato dagli organizzatori per coordinare le attività e farsi sentire da partecipanti e curiosi appostati ai margini della sfilata.

Qualche metro più là, forze dell’ordine in assetto antisommossa scortano la manifestazione. La situazione tuttavia, dopo circa un'ora dall'inizio del raduno, sembra essere assolutamente tranquilla.

G7 a Bari, sfila il corteo. Il messaggio di protesta è anche in dialetto: “Ammin abbasc u g sett” - VIDEO
Watch the video

G7 a Bari, sfila il corteo. Il messaggio di protesta è anche in dialetto: “Ammin abbasc u g sett” - VIDEO

“Contro sfruttamento, guerra e devastazione dei territori: resistenza e solidarietà” e poi ancora un messaggio in dialetto barese (che gli amanti della grammatica dialettale contesteranno, ndr) che contestualizza il G7 Finanze nel luogo in cui è ospitato, Bari appunto: “Ammin abbasc u g sett”. Questo il testo dello striscione portato in giro per la città dal corteo di protesta nei confronti della “riunione dei potenti”.

I manifestanti che si sono dati appuntamento questa mattina in zona Parco 2 Giugno sono circa 300. Alle 11 in punto, con un ritardo considerevole sulla tabella di marcia, si sono mossi in direzione centro. Un automezzo in testa al gruppo, con cassone arricchito da casse e microfono, è utilizzato dagli organizzatori per coordinare le attività e farsi sentire da partecipanti e curiosi appostati ai margini della sfilata.

Qualche metro più là, forze dell’ordine in assetto antisommossa scortano la manifestazione. La situazione tuttavia, dopo circa un'ora dall'inizio del raduno, sembra essere assolutamente tranquilla.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.