/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

San Nicola in Russia, dal Patriarca Kirill onorificenza a Emiliano. Il governatore: “Impegno profuso trova riconoscimento”

San Nicola in Russia, dal Patriarca Kirill onorificenza a Emiliano. Il governatore: “Impegno profuso trova riconoscimento”

Una divina liturgia nella cattedrale di Cristo Salvatore alla quale hanno preso parte mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Delegato Pontificio per la Basilica di S. Nicola, padre Ciro Capotosto, priore della Basilica di San Nicola, Angelo Romita, direttore dell'Ufficio per l'Ecumenismo e il dialogo interreligioso dell'Arcidiocesi di Bari-Bitonto, Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, Antonio Decaro, sindaco di Bari e Francesco Introna, professore dell’Università di Bari che ha curato le indagini scientifiche utili al prelievo della reliquia. E poi ancora un incontro tra la delegazione e il patriarca di Mosca Kirill al termine del quale ha avuto luogo la cerimonia di consegna delle onorificenze alle autorità italiane. È questo il resoconto di lunedì 22 maggio, secondo giorno delle reliquie di San Nicola in terra russa.

 

“Il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill ha parlato di Bari e della Puglia – ha scritto Emiliano sulla propria pagina Facebook -. In lui è vivo il ricordo della restituzione della Chiesa russa di Bari al Patriarcato di Mosca, nel 2009, un atto che ha aperto una strada nuova nelle relazioni non solo tra le due chiese cattolica e ortodossa, ma tra i nostri popoli. All’epoca ero sindaco di Bari e ricordo bene che da quel momento si parlò della nostra come la città più russa d’Europa, unico luogo dove sia il Papa che il Patriarca potevano sentirsi a casa, nel nome di San Nicola”.

 

“Il Patriarca Kirill oggi mi ha conferito l’onorificenza di San Serafino di Sarov – ha continuato Emiliano - , terza onorificenza in ordine di importanza del Patriarcato di Mosca. L’impegno profuso in tutti questi anni nel costruire relazioni di amicizia e dialogo tra Bari, la Puglia e la Russia trova oggi il più alto riconoscimento in questo segno di onore. E noi ancor di più lavoreremo per rafforzare questo legame”.

San Nicola in Russia, dal Patriarca Kirill onorificenza a Emiliano. Il governatore: “Impegno profuso trova riconoscimento”
Watch the video

San Nicola in Russia, dal Patriarca Kirill onorificenza a Emiliano. Il governatore: “Impegno profuso trova riconoscimento”

Una divina liturgia nella cattedrale di Cristo Salvatore alla quale hanno preso parte mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Delegato Pontificio per la Basilica di S. Nicola, padre Ciro Capotosto, priore della Basilica di San Nicola, Angelo Romita, direttore dell'Ufficio per l'Ecumenismo e il dialogo interreligioso dell'Arcidiocesi di Bari-Bitonto, Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, Antonio Decaro, sindaco di Bari e Francesco Introna, professore dell’Università di Bari che ha curato le indagini scientifiche utili al prelievo della reliquia. E poi ancora un incontro tra la delegazione e il patriarca di Mosca Kirill al termine del quale ha avuto luogo la cerimonia di consegna delle onorificenze alle autorità italiane. È questo il resoconto di lunedì 22 maggio, secondo giorno delle reliquie di San Nicola in terra russa.

 

“Il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill ha parlato di Bari e della Puglia – ha scritto Emiliano sulla propria pagina Facebook -. In lui è vivo il ricordo della restituzione della Chiesa russa di Bari al Patriarcato di Mosca, nel 2009, un atto che ha aperto una strada nuova nelle relazioni non solo tra le due chiese cattolica e ortodossa, ma tra i nostri popoli. All’epoca ero sindaco di Bari e ricordo bene che da quel momento si parlò della nostra come la città più russa d’Europa, unico luogo dove sia il Papa che il Patriarca potevano sentirsi a casa, nel nome di San Nicola”.

 

“Il Patriarca Kirill oggi mi ha conferito l’onorificenza di San Serafino di Sarov – ha continuato Emiliano - , terza onorificenza in ordine di importanza del Patriarcato di Mosca. L’impegno profuso in tutti questi anni nel costruire relazioni di amicizia e dialogo tra Bari, la Puglia e la Russia trova oggi il più alto riconoscimento in questo segno di onore. E noi ancor di più lavoreremo per rafforzare questo legame”.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.