/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, “viabilità disservizio” in via Ranieri: intreccio urbanistico che da 28 anni tiene in scacco 400 famiglie

Bari, “viabilità disservizio” in via Ranieri: intreccio urbanistico che da 28 anni tiene in scacco 400 famiglie

Una strada mai completata, più di 400 famiglie collegate soltanto da delle ex viabilità pedonali. Siamo in via Luigi Ranieri, un complesso edilizio realizzato trent’anni fa ma stritolato da un intreccio urbanistico e burocratico ancora irrisolto.

 

Originariamente l’accesso alle abitazioni con le auto doveva avvenire attraverso un’altra strada, in realtà mai realizzata. Provvisoriamente furono aperte al transito delle macchine delle strade interne pedonali, che ancora oggi rappresentano l’unico accesso percorribile. Con non poche difficoltà, visto che la larghezza non consente neanche il passaggio dei mezzi di soccorso.

 

Un progetto datato 2010 prevedeva la realizzazione di una viabilità ad anello che consentisse un transito più agevole e regolare. L’assessorato ai lavori pubblici del Comune di Bari ha di recente spolverato questo progetto, confermandolo nel piano triennale delle opere pubbliche e garantendo la stesura di un progetto esecutivo entro il 2017.

 

Ad oggi l’iter burocratico, fanno sapere da Palazzo di città, sta procedendo. Sebbene l’unica opera che dovrebbe andare a breve in gara potrebbe essere l’illuminazione del vicino Giardinetto Rita Levi Montalcini.

 

A questa situazione si aggiunge lo stato di totale abbandono delle aree a verde circostanti, in parte comunali in parte private. Di lì sono partiti negli scorsi anni diversi incendi, con in aggiunta la difficoltà per i vigili del fuoco di accedere con gli idranti per domare le fiamme. È questo infatti il pericolo che temono maggiormente i residenti col sopraggiungere della stagione estiva.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.