/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, l’imprenditore Francesco Maldarizzi nominato Cavaliere del Lavoro da Mattarella: “Grande soddisfazione”

Bari, l’imprenditore Francesco Maldarizzi nominato Cavaliere del Lavoro da Mattarella: “Grande soddisfazione”

Tra i 25 imprenditori italiani nominati oggi Cavalieri del Lavoro dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella c’è anche Francesco Maldarizzi, presidente e amministratore delle società del Gruppo Maldarizzi.

 

“Si tratta della più grande onorificenza che un imprenditore possa avere in questo Paese – dice Maldarizzi -, riceverla è stata una soddisfazione davvero molto forte. Nel nostro settore poi, quello delle automobili, il titolo mancava da circa vent’anni. Essere imprenditore oggi significa innanzitutto puntare forte sulle risorse umane. È senza dubbio l’aspetto più importante: il fai da te non è più redditizio. La competizione negli anni è diventata sempre più impegnativa e oggi le imprese devono circondarsi di persone competenti abili però a portare avanti il codice etico aziendale, metodi e processi ben definiti. Solo così può essere garantita l’efficienza”.

 

Francesco Maldarizzi è l’unico imprenditore di Puglia insignito dell’onorificenza. Barese di 61 anni, è sposato con Rosella Scorcia ed ha due figli: Nicola di 26 anni e Andrea di 22. Laureato in Economia e Commercio proviene da una famiglia a tradizione imprenditoriale, sebbene operasse in altro settore commerciale.

 

Nel 1979 costituisce la sua prima azienda, la Motoria, ed inizia a svolgere la sua attività nel settore del commercio e della distribuzione di automobili e ricambi per auto, e dei servizi. Nel 1999 rileva dalla Fiat Auto Spa la storica succursale Fiat della città di Bari, unica in Puglia e Basilicata.

 

Oggi le società che fanno parte del gruppo Maldarizzi sono Motoria, Millenia e Unica ed hanno sedi in Bari-Modugno, Bari, Trani, Foggia, Matera e Taranto. Nell’anno 2016 le società del gruppo Maldarizzi hanno consuntivato un fatturato di oltre 200 milioni di euro e contano 225 dipendenti e collaboratori, mentre l’indotto generato, impiega circa 1000 dipendenti.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.