Home Attualità Covid e scuola, nel Barese -97% di positivi rispetto a ottobre 2020....

Covid e scuola, nel Barese -97% di positivi rispetto a ottobre 2020. Lopalco: “Soddisfazione immensa”

L’effetto vaccino nelle scuole di Bari e provincia ha quasi annullato la circolazione del virus. La conferma arriva dall’esito del monitoraggio Covid negli istituti scolastici del territorio provinciale condotto dall’Epidemic Intelligence Center della ASL. Si è passati da 243 nuovi casi positivi alla settimana (rilevati dall’11 al 16 ottobre 2020) a 8 nuovi casi positivi settimanali attuali, con una riduzione in un anno pari al 97 per cento.

“È una soddisfazione immensa – dice l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco – i ragazzi e le loro famiglie hanno dimostrato con i fatti quanto sia importante per loro frequentare la scuola in sicurezza. Ed è la vaccinazione l’unico mezzo che fattivamente assicura la sicurezza nelle aule. Bravi!”

Il calo dei contagi è riconducibile alla adesione massiccia alla campagna vaccinale dei giovanissimi che, in particolare nella fascia di età 12- 19 anni, mette in risalto percentuali piuttosto elevate. L’esempio più virtuoso è nella città di Bari, dove ad oggi il 90 per cento dei ragazzi che frequentano gli istituti secondari di primo e secondo grado (medie e superiori) ha ricevuto almeno una dose di vaccino e l’85 per cento ha completo il ciclo vaccinale. Ottima l’ adesione dei 12-19enni anche negli altri comuni della provincia, in cui la copertura con almeno la prima somministrazione oscilla fra il 74 per cento e l’88 per cento.

“La risposta alla vaccinazione dei ragazzi e l’effetto speculare che ha comportato nella riduzione dei casi positivi nelle scuole – commenta il direttore generale della ASL, Antonio Sanguedolce – dimostrano che questa è una generazione evoluta, non facilmente influenzabile dalle fake news, nonostante il rapporto quotidiano con il mondo della rete e dei social. Abbiamo imparato una lezione di vita, di maturità e senso civico dai più giovani e dalle loro famiglie – prosegue il direttore generale – che hanno capito l’importanza della protezione dal virus e della necessità di mettere in sicurezza le persone più anziane”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

error: Contenuti protetti
Exit mobile version