/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, il 5 luglio riapre il Polipark: tariffa giornaliera di un euro e abbonamento mensile a partire da 15 euro

Bari, il 5 luglio riapre il Polipark: tariffa giornaliera di un euro e abbonamento mensile a partire da 15 euro

Tanto tuonò che piovve: dal prossimo 5 luglio riapre il Polipark. Lo rende noto il direttore generale del Policlinico di Bari, Vitangelo Dattoli, che, nell'ambito del “Piano di riordino della mobilità e della sosta interna ed esterna” deciso con la Regione Puglia, ha avviato con il Comune di Bari e l'Amtab una convenzione (durata di 5 anni) per il controllo della circolazione stradale della struttura ospedaliera e l'avvio di un sistema di pagamento parcheggi.

 

I lavori del parcheggio multipiano in teoria, da primo annuncio del Comune di Bari, avrebbero dovuto esaurirsi entro il 31 marzo. Ad aprile poi l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso, parlò di “fine maggio”. Adesso finalmente, il 5 luglio, ecco l’apertura effettiva della struttura.

 

Le sbarre del parcheggio si alzeranno a partire dalle 5.00 e resteranno alzate 24 ore su 24 con una tariffa giornaliera di un euro. In forza della convenzione con l'Amtab sarà possibile usufruire di abbonamenti: non vincolato al posto riservato al prezzo di 15euro al mese, vincolato al posto ad un prezzo maggiorato. Sarà il Comune di Bari, in accordo con Amtab, ad assicurare il funzionamento del Polipark.

 

Mobilità e sosta all’interno del Policlinico verranno invece sorvegliate da Polizia Municipale, ausiliari del traffico e da tutte le altre forze dell'ordine che potranno eseguire controlli ed elevare multe in caso di violazione delle norme del codice della strada: la zona interna, infatti, sarà equiparata ad una normale zona a sosta regolamentata con strisce blu a pagamento e con tariffa oraria di due euro (171 stalli) alternate a zone gratuite riservate a portatori di invalidità ed ai mezzi di soccorso (strisce gialle con 225 stalli). L'accesso con l'esibizione di pass per pazienti con gravi difficoltà deambulatorie, dializzati, malati bisognosi di assistenza sarà consentito come prima dell'attuazione del “Piano di riordino della mobilità” con l'esibizione di permessi rilasciati dall'Amtab.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.