/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, bando MAP: accordati finanziamenti a 93 attività commerciali. La “gara dei quartieri” è vinta dal Libertà

Bari, bando MAP: accordati finanziamenti a 93 attività commerciali. La “gara dei quartieri” è vinta dal Libertà

L’assessora allo sviluppo economico Carla Palone rende noto che si sono conclusi i lavori della commissione tecnica incaricata di valutare le domande pervenute in risposta al 9° bando MAP, promosso dal Comune di Bari per consentire alle piccole imprese cittadine di accedere ad agevolazioni finanziarie per interventi in aree di degrado urbano e sociale individuate nell’ambito del bando. Delle 97 domande complessive, 93 sono state ritenute valide e perciò ammesse a finanziamento.

 

La “gara dei quartieri” è stata vinta dal Libertà che da solo porta a casa parere positivo per 24 domande presentate. Seguono i quartieri Picone, Carassi e San Pasquale (zona Policlinico) che insieme raccolgono 25 domande valide. E poi 6 a Madonnella, 6 a Carbonara e Ceglie, 4 a San Pasquale-Mungivacca, 4 a Stanic e Santa Caterina, 4 a San Nicola, 4 a Santo Spirito e Palese, 3 a San Pio e Catino, 3 a San Girolamo e Fesca, 2 al San Paolo, 2 a Marconi - zona Faro, 2 a Japigia, 2 a Torre a Mare e 2 a Loseto. Quanto alle diverse tipologie di attività da finanziare 23 si riferiscono all’artigianato, 27 al commercio, 16 ai servizi alla persona e 27 ad attività di somministrazione.

 

La somma messa a disposizione dal bando ammonta in totale a 1.151.359,57 euro: fondi da impiegare per investimenti in opere murarie, macchinari, impianti, attrezzature, ampliamenti produttivi, riconversioni e ristrutturazioni produttive con l’obiettivo di sviluppare iniziative economiche e imprenditoriali. Si tratta di contributi economici disponibili per imprese già esistenti e per l’avvio di nuove attività. Le agevolazioni potranno coprire sino al 50% delle spese ammissibili, con un importo massimo concedibile di 80.000 euro: il 50% dell’intera agevolazione sarà a fondo perduto, mentre il restante 50% potrà essere restituito in cinque anni con rate semestrali, a un tasso di interesse fisso dello 0,5% annuo.

 

“Siamo più che soddisfatti della risposta che il tessuto imprenditoriale ha dato al bando MAP - commenta Carla Palone - con proposte che spaziano in tutti gli ambiti previsti e che doteranno diverse zone della città, segnate da alcune carenze, di tante nuove attività commerciali che sono anche presidi importanti per la riqualificazione del territorio. Ciò che salta all’occhio è una fortissima richiesta proveniente dai quartieri Libertà, Picone e Carrassi, che da soli coprono oltre la metà delle domande ricevute, a testimonianza della trasformazione in atto anche nel settore del commercio, con una progressiva espansione delle attività che in passato guardavano solo al Murattiano. A settembre pubblicheremo la graduatoria definitiva, e gli uffici avvieranno le pratiche per erogare materialmente i fondi richiesti a ciascuna attività. Viste le numerose domande, che impegneranno l’intero budget disponibile, utilizzeremo anche le risorse del fondo di rotazione dell’8° bando MAP”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.