/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Traffico rifiuti, mezzi agricoli confiscati alla mafia donati all'Aeronautica: verranno usati per emergenze ambientali

Traffico rifiuti, mezzi agricoli confiscati alla mafia donati all'Aeronautica: verranno usati per emergenze ambientali

Due escavatori e una trattrice agricola confiscati dalla magistratura barese nell'ambito dell'operazione 'Black Land' sul traffico illecito di rifiuti fra Puglia e Campania, sono stati assegnati all'Aeronautica Militare. I mezzi saranno utilizzati dal 36esimo Stormo Caccia, schierato presso l'Aeroporto Militare 'Ramirez' di Gioia del Colle, per impieghi di protezione civile e in caso di emergenze ambientali.

 

Le indagini della Dda di Bari che hanno portato a quelle confische, del valore complessivo di circa 200mila euro, risalgono al 2014 e riguardano il traffico illecito di oltre 300mila tonnellate di rifiuti tossici dalla Campania verso la Puglia. In particolare l'Antimafia contestava agli imputati (tutti ad oggi condannati) di aver "gestito abusivamente ingenti quantitativi di rifiuti speciali conferiti da ditte campane, trasportandoli e smaltendoli illecitamente nelle province di Foggia, Bari, Benevento e Potenza". Il processo ha riconosciuto anche i danni provocati dalle attività illecite ai territori interessati dagli sversamenti di rifiuti.

 

I mezzi acquisiti al patrimonio dello Stato "troveranno ora - spiega la Procura di Bari - una virtuosa ed effettiva collocazione per finalità d'interesse pubblico a tutela dell'incolumità delle persone e salvaguardia del territorio".

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.