Home Attualità Bari, grandi pulizie in via Sparano: il mosaico torna a splendere. Almeno...

Bari, grandi pulizie in via Sparano: il mosaico torna a splendere. Almeno fino all’ora di pranzo

Grandi pulizie questa mattina nel salotto di via Sparano, sul tratto che guarda con orgoglio il più “antico” corso Vittorio Emanuele, dove operatori Amiu hanno tirato a lucido, tra le altre cose, il mosaico che raffigura la mappa della città vecchia. L’operazione è durata diversi minuti ed il risultato finale è stato soddisfacente.

 

Un unico dubbio: quanto durerà? Stando a quanto dichiarato giorni fa dal presidente Amiu Sabino Persichella, probabilmente poco. La particolare pavimentazione scelta per la via dello shopping infatti, combinata con l’incuranza di molti baresi, porterebbe in dote una peculiarità: si sporca alla velocità della luce. Oggi il primo intervento di pulizia, autorizzato dal Comune dopo il pretrattamento messo in atto per salvaguardare le basole appena posizionate. Tra una decina di giorni, come stabilito da una calendarizzazione che verrà rispettata nel tempo, il secondo, e così via. Tuttavia, nel perseguire l’obiettivo di mantenere la strada pulita, è possibile che non basti.

 

La nuova pavimentazione di via Sparano infatti è molto diversa rispetto al vecchio cemento che faceva da cornice alle indimenticate palme. E su una strada pedonale frequentatissima, costantemente “sotto lo schiaffo” di gelati, cibi e bevande (consumati magari sulle panchine) e dell’inciviltà di chi ritiene che il pavimento possa inghiottire senza problemi gomme da masticare ormai senza sapore, il dettaglio fa la differenza. La speranza quindi è che la strada possa restare pulita almeno fino all’ora di pranzo. Alternative, purtroppo, non ce ne sono: anche volendo mettere in campo grandi pulizie tutti i giorni, la pavimentazione, che non è asfalto, non reggerebbe l’urto.

 

[bt_slider uid=”1504256647-59a922877d4f7″ target=”_blank” width=”0″ crop=”no” thumbnail_width=”800″ thumbnail_height=”600″ show_title=”no” centered=”yes” arrows=”yes” pagination=”bullet” autoplay=”5000″ speed=”600″][bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/21278063_10154708858811603_387575325_o.jpg” title=”21278063_10154708858811603_387575325_o.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/21267637_10154708858831603_704277342_o.jpg” title=”21267637_10154708858831603_704277342_o.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/21277711_10154708858816603_31457398_o.jpg” title=”21277711_10154708858816603_31457398_o.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/21297387_10154708858826603_1611574472_o.jpg” title=”21297387_10154708858826603_1611574472_o.jpg” link=”” parent_tag=”slider”][/bt_slider]

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo