Home Attualità Modugno, l’USB (Unione Sindacale di Base) lancia l’allarme: “Transcom ha annunciato il...

Modugno, l’USB (Unione Sindacale di Base) lancia l’allarme: “Transcom ha annunciato il licenziamento di 40 lavoratori”

La società svedese Transcom, che opera nel settore dei call center, ha annunciato il licenziamento di 40 lavoratori, tra interinali e a progetto, della sede di Modugno: lo riferisce in una nota l’Unione sindacale di base (Usb).

 

“Nel caso dei lavoratori a progetto – sostiene il sindacato – dopo anni di lavoro precario, invece di un’assunzione si ritrovano con un licenziamento ben servito. Tutto questo avviene in pieno conflitto tra i lavoratori e l’azienda sui trasferimenti a Lecce di un nutrito gruppo di dipendenti della commessa privata”.

 

Secondo l’Usb, la vicenda della Transcom “si inserisce in un più ampio comparto lavorativo” presente in provincia di Bari “che coinvolge oltre 5.000 lavoratori e lavoratrici con differenti modalità contrattuali. In molti casi – aggiunge il sindacato – si ritrovano con contratti precari al limite della schiavitù su cui gli enti locali, in primis la Regione Puglia, farebbe bene ad intervenire. Una richiesta, tra l’altro, che da mesi avanziamo ma che sfocia solo in un silenzio assordante della Regione e dell’assessorato al Lavoro”.

 

L’Usb sottolinea che la Transcom “è una di quelle aziende che ha ottenuto e continua ad ottenere contributi pubblici da parte della Regione sotto forma di corsi di formazione ma, allo stesso tempo, non si assume la responsabilità sociale di garantire i livelli occupazionali, pensando che i lavoratori e le lavoratrici sono delle semplici pedine che si possono spostare e/o trasferire a proprio piacimento”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo