/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, presentato al Petruzzelli il francobollo dedicato alla Basilica di San Nicola. È già disponibile in 400mila esemplari

Bari, presentato al Petruzzelli il francobollo dedicato alla Basilica di San Nicola. È già disponibile in 400mila esemplari

San Nicola e la sua Basilica si rimettono nuovamente in viaggio per raggiungere tutto il mondo. È stato presentato questa mattina infatti, nel foyer del Teatro Petruzzelli, il francobollo dedicato alla Basilica Pontificia di San Nicola di Bari.

 

L’importante luogo di culto dedicato al vescovo di Myra (insieme all’Abbazia di San Gervasio di Bulgaria in Mondolfo e all’Abbazia di Casamari) rientra tra le tre chiese alle quali il Ministero dello Sviluppo Economico ha dedicato tre francobolli ordinari appartenenti alla serie tematica “Il patrimonio artistico e culturale italiano” e alla cerimonia di presentazione del Petruzzelli ha partecipato anche il sottosegretario Antonello Giacomelli. Con lui c’erano la presidente di Poste Italiane Maria Bianca Farina, l’arcivescovo Monsignor Cacucci, il priore della Basilica Ciro Capotosto, il direttore generale del Turismo Francesco Palumbo, il presidente del Poligrafico della Zecca di Stato Domenico Tudini e il sindaco Antonio Decaro.

 

A partire da oggi il francobollo è disponibile in tutta Italia in 400mila esemplari. Per l’occasione sono stati realizzati anche il timbro per l’annullo filatelico, il folder e la cartolina dedicata.

 

Promotore dell’iniziativa è stato il deputato barese del Partito Democratico, Alberto Losacco. “Sono contento che il Governo abbia voluto accogliere la mia proposta di dedicare l'emissione di un francobollo a San Nicola – commenta Losacco -. E apprezzo molto, come faranno certamente tutti i baresi, l'importanza che Poste ha voluto dare alle iniziative di valorizzazione di questa emissione. È la conferma dell’attenzione per Bari, le sue tradizioni, la sua cultura, la sua storia e il suo presente. Bari per tutto quello che rappresenta è una capitale del Mezzogiorno d'Italia capace - ai tempi degli scontri e dei muri - di costruire ponti con il mondo".

 

“L’idea del francobollo – spiega ancora Losacco – nasce alcuni anni fa in un confronto col priore Capotosto sulla valorizzazione della Basilica e della figura di San Nicola. All’epoca non potevamo immaginare che il francobollo sarebbe stato realizzato a poche settimane dallo storico viaggio delle reliquie del Santo in Russia. Come è stato ricordato anche dal presidente Gentiloni inaugurando la Fiera del Levante, quella di San Nicola è una figura di straordinaria importanza, è il legame tra Bari e la Russia che deve essere sempre più accresciuto, sia in chiave turistica e commerciale, che come messaggio globale di pace e fratellanza tra i popoli e le religioni. Con il francobollo si aggiunge un ulteriore tassello, sapendo che ci sono ancora importanti margini di crescita nel rapporto con la Russia e con i suoi fedeli. I quali non perdono occasione per esprimere la loro amicizia e gratitudine per Bari e la Basilica dopo lo storico viaggio delle reliquie”.

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.