/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

SDA, la lotta tra i sindacati rischia di mandare gambe all'aria l'azienda. Balena: "Consegne ferme da tre settimane"

SDA, la lotta tra i sindacati rischia di mandare gambe all'aria l'azienda. Balena: "Consegne ferme da tre settimane"

“Sono tre settimane che non ritiriamo la merce. Un presidio di cinquanta persone rischia di mandare a casa diecimila lavoratori in tutta Italia”. La lotta intestina tra i sindacati della SDA, servizio di corriere espresso di proprietà di Poste Italiane, sta bloccando da oltre venti giorni le consegne di pacchi da Nord a Sud. A testimoniare la drammatica situazione è Pierluigi Balena, amministratore di una società agente di SDA che opera in gran parte della Puglia.

 

“I più importanti centri di smistamento della merce – sottolinea Balena – sono presidiati da un gruppo di manifestanti appartenenti al sindacato Sì Cobas che stanno bloccando i polmoni più importanti di tutto il Paese. L’unico centro che è stato liberato, ad oggi, è quello di Piacenza. Ma restano fermi Milano, Roma e Bologna”. Secondo quanto appreso, a scatenare lo sciopero potrebbero essere state delle dinamiche interne ai sindacati che al momento risultano poco chiare.

 

Quel che è certo, sempre in base alle informazioni fornite da Balena, è che ad oggi SDA non può più ritenersi il principale vettore di Amazon, il gigante che si serve proprio dei corrieri appartenenti a SDA per le spedizioni in Italia. “I nostri accordi - conclude l’amministratore della società – prevedono di evadere ogni singolo servizio nell’arco di 24 ore, ma al momento non possiamo più garantire consegne nei tempi previsti”. Il rischio di mandare a casa migliaia di lavoratori è dietro l’angolo, motivo per cui l’auspicio di Balena è che la lotta tra i sindacati possa risolversi in tempi brevissimi per il bene di SDA e di tutti i clienti sparsi per lo Stivale in attesa di pacchi che forse arriveranno a destinazione.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.