/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, ospedale San Paolo senz’acqua. Montanaro: “Il problema è stato risolto tempestivamente”

Bari, ospedale San Paolo senz’acqua. Montanaro: “Il problema è stato risolto tempestivamente”

“Il problema tecnico che ha causato la temporanea mancanza di acqua presso il presidio ospedaliero San Paolo di Bari è stato individuato e sono in atto gli interventi di immediato ripristino dell’erogazione dell’acqua”. A rassicurare l’utenza circa il grave problema verificatosi a partire da questa mattina nel nosocomio barese è il direttore generale della ASL Bari, Vito Montanaro.

 

“Precisamente intorno alle ore 9.00 di questa mattina presso l’Ospedale San Paolo di Bari si è verificato un problema tecnico di blocco delle valvole che consentono lo scorrimento dell’acqua nelle vasche che approvvigionano l’intero impianto idrico della struttura ospedaliera – spiega Montanaro -. A partire dal settimo piano e scendendo ai piani inferiori, gli operatori hanno constatato la mancanza di acqua. I tecnici tempestivamente intervenuti hanno effettuato il sopralluogo e rilevato che la vasca funzionante - l’altra è in manutenzione - si stava progressivamente svuotando a causa dell’incrostazione di una valvola".

 

“È immediatamente partito il piano operativo per provvedere al riempimento della stessa vasca – continua il direttore generale dell’ASL di Bari -. Dopo numerosi contatti con i responsabili dell’Acquedotto Pugliese e la pulitura del filtro della valvola che consente il passaggio dell’acqua, è arrivata una autobotte dell’Acquedotto che ha garantito circa 30mila litri di acqua ed altre due di fornitori privati su commissione della ASL Bari che hanno garantito circa 100mila litri di acqua. Nel corso del pomeriggio è stato effettuato il riempimento della vasca che, in tempi brevissimi, nel giro di trenta minuti, ha consentito il ripristino dell’erogazione dell’acqua in tutti i piani dell’ospedale".

 

“L’intervento congiunto e tempestivo - conclude il dottor Montanaro - ha limitato i disagi agli utenti ricoverati e agli operatori per lo svolgimento delle attività sia assistenziali che di gestione dell’intero ospedale”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.