/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, la nuova sfida per combattere i tumori rari: lavorare in rete per migliorare la qualità delle prestazioni assistenziali

Bari, la nuova sfida per combattere i tumori rari: lavorare in rete per migliorare la qualità delle prestazioni assistenziali

Una tre giorni dedicata a pazienti, associazioni e personale medico e paramedico. Un viaggio di conoscenza a tutto tondo sulle varie categorie di tumori rari, con la partecipazione dei maggiori esperti nazionali. Parte da queste premesse il “Primo meeting congiunto degli IRCCS pubblici della regione Puglia”, che ha l’obiettivo di dare massimo risalto a patologie che non possono più essere definite di “nicchia”. Ma anche affinare la diagnosi e incrementare le sinergie.

 

Prima a Castellana Grotte, poi all’Oncologico di Bari, la tre giorni di incontri ha l’intento di sciogliere i nodi sulle nuove sfide dell’oncologia relativamente ai tumori rari. Obiettivo dichiarato dai due Istituti: lavorare in rete al fine di migliorare la qualità delle prestazioni assistenziali e condividere la conoscenza sul tema. Di fronte alla diagnosi di tumore raro le incognite si moltiplicano.

 

E allora, nel solco della mission del Centro, il convegno proverà a dare una risposta allo smarrimento di pazienti e familiari dinanzi a patologie non facili da diagnosticare e curare, considerato che le aziende farmaceutiche hanno scarso interesse a investire in ricerca e in sviluppo di nuovi farmaci da somministrare complessivamente a poche migliaia di ammalati.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.