Home Attualità Agrilevante a Bari, svelato ‘Manifesto della mozzarella’. SMS ai consumatori: “Ecco 10...

Agrilevante a Bari, svelato ‘Manifesto della mozzarella’. SMS ai consumatori: “Ecco 10 cose da sapere prima di acquistarla”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Svelato il ‘Manifesto della mozzarella’, che tra differenti tecniche e tempi di lavorazione, digeribilità e qualità, spiega le 10 cose da sapere per essere consumatori consapevoli. Il decalogo è stato presentato oggi nella Fiera del Levante di Bari in occasione di Agrilevante, alla presenza, tra gli altri, del responsabile scientifico di ‘Latte 4.0’ e presidente di ‘Condotta Slow Food delle Murge’, Michele Polignieri, e dell’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari, Leonardo Di Gioia.

 

Tra le 10 cose da sapere prima di acquistare una mozzarella c’è che la differenza fra il prodotto a lavorazione industriale e quello artigianale è di circa 4 ore in più di manodopera per quest’ultimo, e che l’etichetta in cui è riportata solo l’indicazione della provenienza del latte non aiuta a comprendere la qualità o un ingrediente che faccia la differenza.

 

È il caso – è stato spiegato – dell’acidificazione, che se è industriale si fa per via chimica, a base di acido citrico, e se è artigianale con il siero innesto naturale ed una fermentazione laboriosa che dura fino a 4 ore. La differenza di ore in più – è emerso – si traduce in maggiore digeribilità e meno lattosio.

 

Oltre al ‘Manifesto’ è stato presentato l’incontro scientifico ‘Latte 4.0 Istruzioni per il futuro’ che si terrà martedì 18 ottobre a Valenzano nell’aula magna del dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari. L’evento propone una più ampia attenzione verso il latte, da non considerare come una materia prima commerciabile a basso prezzo.

 

“Nutrendoci di latte siamo quello che gli animali mangiano e quello che i casari decidono di farci mangiare” è stato sottolineato nell’incontro, spiegando che “il consumatore va a aiutato a conoscere il latte, al di là degli spot pubblicitari e del prezzo. Si avranno così consumatori consapevoli che avranno riguardo a sostanze dotate di potere antiossidante e nutrizionale, al betacarotene, ai flavonoidi, al Cla (acido linoleico coniugato) ed a tutti i terpeni che rendono differente il latte di ‘vacche felici’ ed i suoi derivati”.

 

L’evento ‘Latte 4.0’ ha il patrocinio dei ministeri della Salute e delle Politiche Agricole, dell’Accademia dei Georgofili di Firenze e dell’Istituto nazionale di Sociologia Rurale di Roma.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui