Home Attualità Bari, presentata la prima edizione del premio Maria Maugeri: sabato 21 ottobre...

Bari, presentata la prima edizione del premio Maria Maugeri: sabato 21 ottobre ospite d’onore sarà William Becker

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha presentato oggi la prima edizione del premio Maria Maugeri. Con Emiliano c’erano l’assessore all’Ambiente Filippo Caracciolo, la direttrice del dipartimento Ecologia Barbara Valenzano e il marito Michele Buono con le figlie. La cerimonia di assegnazione del premio si terrà sabato 21 ottobre 2017 nel Padiglione 152 della Fiera del Levante. Il premio quest’anno ha come tematica “Cambiamenti climatici e strategia della decarbonizzazione”.

 

“Finalmente – ha detto Emiliano – la Regione Puglia ha un premio internazionale, ma anche locale, per gli ambientalisti che si occupano della tutela del creato. Questo premio ha il nome di Maria Maugeri, una delle personalità civili e politiche che si è battuta con maggiore intensità e con i migliori risultati in questa difficile battaglia per l’ambiente. È stata un’energia fortissima per tutti noi e quindi poter ospitare qui a Bari William Becker, che è stato l’ispiratore delle politiche di decarbonizzazione del presidente americano Obama, nel giorno della nascita di Maria Maugeri scelto per il Premio, è un bel segno. Il segno della nostra determinazione ad evitare che le emissioni in Puglia derivanti da carbone continuino ad avvelenare le persone. Una grande determinazione che speriamo questo premio possa rafforzare”.

 

William Becker è l’Executive Director of Presidential Climate Action. “Sarà l’ospite d’onore di questa iniziativa – ha spiegato Barbara Valenzano – abbiamo obiettivi comuni, come l’azzeramento delle emissioni da fonti da carbone fossile per minimizzare l’inquinamento industriale, utilizzando le migliori tecniche disponibili che ci consentano di migliorare il nostro livello di vita e di ambiente”.

 

“Ho avuto il piacere di conoscere Maria Maugeri, apprezzandone la determinazione e soprattutto l’integrità – ha aggiunto l’assessore all’Ambiente Filippo Caracciolo – e mi sarebbe piaciuto avere il suo conforto e il suo consiglio sulle sfide ambientali che stiamo affrontando, per capire con lei quali siano le migliori prospettive per la Regione sui cambiamenti climatici, sulla decarbonizzazione, l’economia circolare. Avvertiamo tutti la sua mancanza e il suo consiglio”.

 

Il marito Michele Buono ha ricordato che il “premio è un elogio alla bellezza, non solo alla bellezza dell’ambiente ma alla bellezza delle persone, degli sguardi. Era questo il messaggio che Maria voleva proporre alle persone che incontrava. Credo che questo sia l’essenza di quello che ha operato in questi anni di vita politica e di vita con le persone: la ricerca della bellezza”.

 

La figlia Paola ha concluso: “Una cosa tanto grande poteva capitare solo per una persona così grande. Mia madre era sicuramente una donna cui non si potevano mettere i piedi in testa, diceva tutto quello che c’era da dire senza filtri e io sono contenta di essere figlia di una persona così”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo