/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, sostituzione vecchi banconi del pesce al Molo San Nicola: al via i lavori di riqualificazione

Bari, sostituzione vecchi banconi del pesce al Molo San Nicola: al via i lavori di riqualificazione

Partiranno lunedì 23 ottobre i primi interventi di demolizione e rimozione degli attuali banconi in muratura per la vendita del pesce sul molo San Nicola. Ad oggi, infatti, i banconi in muratura al di sotto del pergolato in legno versano in uno stato di forte degrado, essendo in buona parte danneggiati e antigienici, in quanto ricettacolo di sporcizia di ogni tipo. I lavori sono stati condivisi con i pescatori e stabiliti secondo quanto prescritto dagli enti competenti, nelle more della riqualificazione complessiva del molo avviata dall’amministrazione nell’ambito del concorso internazionale di progettazione finalizzato a ridisegnare il waterfront della città vecchia nel tratto compreso tra Santa Scolastica, molo Sant’Antonio e molo San Nicola.

 

Gli interventi riguarderanno la sostituzione progressiva degli attuali banconi in muratura con nuovi banchi in acciaio inox in funzione delle esigenze e delle richieste di concessione dei pescatori, la realizzazione di un sistema per lo smaltimento delle acque di lavaggio dei piani di lavoro dei prodotti ittici che consenta il solo passaggio dei rifiuti liquidi e il ripristino dell’illuminazione esistente attraverso l’integrazione dei corpi illuminanti non funzionanti e/o mancanti. Con questo primo stralcio dell’intervento si procederà anche al rispristino delle pavimentazioni e al rifacimento delle caditoie. Le dimensioni dei nuovi banconi saranno di 210 x 120 cm, con un’altezza del piano di lavoro non inferiore a un metro.

 

La struttura portante sarà realizzata con profilati in acciaio inox, controventata e fissata a pavimento con piastre e bulloni in acciaio inox, in modo tale da assicurarne la stabilità e salvaguardare la sicurezza degli operatori e degli utenti. Trattandosi di banchi destinati ad un uso temporaneo per alcune ore della giornata e per la vendita diretta del pescato da parte dei pescatori, la conservazione dei prodotti avverrà con il ghiaccio, che sarà prodotto nel rispetto delle norme vigenti in materia.

 

“Questa è una prima risposta alle esigenze degli operatori che lavorano in questa zona della città - ha dichiarato Carla Palone, che questa mattina ha incontrato le cooperative di pescatori per condividere con loro il cronoprogramma dei lavori -, un’area molto frequentata sia dai turisti sia dai baresi e su cui l’amministrazione ha scelto di investire per riqualificarla complessivamente, proprio perché rappresenta uno dei punti più caratteristici di Bari”.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.