Home Attualità Terlizzi, al ‘Sarcone’ mancano i medici. Congedo (FdI) a Emiliano: “Chiarisca se...

Terlizzi, al ‘Sarcone’ mancano i medici. Congedo (FdI) a Emiliano: “Chiarisca se è una scelta politica”

Carenza cronica di personale, reparti fantasma e un futuro ancora da decifrare. È passato poco più di un anno da quando i cittadini terlizzesi scendevano in piazza contro il piano di riordino e la chiusura del locale plesso sanitario. Ad oggi la situazione del “Sarcone“ è quasi paradossale: con una riconversione sancita inizialmente sulla carta, un territorio finora depauperato delle sue strutture di assistenza e le misure previste per ovviare a questo vuoto ancora ferme al palo.

 

A raccogliere le istanze dei cittadini è stata Fratelli d’Italia che, con una delegazione guidata dal sindaco Di Terlizzi Nini Gemmato, ha visitato la struttura. Del resto le preoccupazioni della gente appaiono fondate: dalla chirurgia a cui sono state tolte le urgenze, ma che ancora non ha visto l’implementazione del servizio tra Molfetta e Corato, al Pronto soccorso, uno dei pochi dell’Asl Bari dotati di sale per l’osservazione breve, ma che, in attesa degli stravolgimenti previsti dalla Regione, va avanti da due anni con appena tre medici e senza guardia attiva degli specialisti per le patologie tempo dipendenti.

 

Infine la ginecologia, rimasta chiusa dopo il pensionamento del direttore mai rimpiazzato, con attrezzature nuovissime ad oggi ferme. Una storia già vista, un ospedale completamente rimodernato che però viene progressivamente svuotato per far posto, primo poi, ad ambulatori o reparti di riabilitazione. Il consigliere regionale di fratelli d’Italia Erio Congedo ha depositato un’interrogazione proprio per capire quali siano i programmi del Dipartimento per la salute non solo su Terlizzi ma per l’intero territorio del Nord barese.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo