/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, arriva “Junker”: presentata la app che riconosce i rifiuti e informa su come differenziarli secondo le regole

Bari, arriva “Junker”: presentata la app che riconosce i rifiuti e informa su come differenziarli secondo le regole

Il Comune di Bari ha adottato e messo a disposizione dei cittadini “Junker”, una app che riconosce con un solo clic il rifiuto e informa i cittadini su come differenziarlo secondo le regole del territorio in cui si risiede. La app è molto semplice da utilizzare: è sufficiente scansionare il codice a barre del prodotto o dell’imballaggio, che sarà riconosciuto grazie a un database interno di oltre 1 milione di prodotti identificati, e seguire le istruzioni circa la corretta modalità di differenziazione dei materiali che lo compongono. Quindi la app sarà in grado di comunicare all’utente, ad esempio, come smaltire i sacchetti dei biscotti, i RAEE, le confezioni di caffè, le bottiglie in pec o materBi oppure il tetrapak, che in alcune regioni si smaltisce con la carta e in altre con la plastica.

 

La novità è stata presentata questa mattina dall’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli, dal presidente di Amiu Puglia Sabino Persichella, dalla responsabile della comunicazione di Junker Noemi De Santis e da Giuseppe Tanzarella, direttore commerciale area Sud Italia Gruppo Sartori Ambiente, alla presenza del presidente di Legambiente Puglia Francesco Tarantini.

 

Junker dispone di un database in crescita, aggiornato quotidianamente anche grazie al contributo dei cittadini: se infatti il prodotto scansionato non viene riconosciuto, l’utente può trasmettere alla app la foto dello stesso e ricevere la risposta in tempo reale. Da quel momento, il prodotto fotografato sarà inserito nel database con tutte le informazioni sul corretto smaltimento. La app, disponibile sia per smartphone android sia per dispositivi apple, è gratuita e consente al Comune di Bari e ad Amiu Puglia di comunicare, attraverso semplici messaggi, ai cittadini informazioni utili, come l’ubicazione dei punti di raccolta, il calendario del porta a porta o il conferimento dei rifiuti speciali.

 

“Con la collaborazione di Amiu - ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli - abbiamo adottato Junker per ridurre la quantità di rifiuti indifferenziati a favore del riciclo delle materie prime di cui sono composti, ma anche per aumentare la qualità della raccolta differenziata. Si tratta di un servizio semplice e molto rapido che identifica i prodotti e riconosce i materiali di imballaggio con un semplice clic sul codice a barre, realizzato con la fotocamera dello smartphone. Conoscevamo già la app ma la lettera di un bambino, che qualche tempo fa ci informava dell’esistenza di Junker, ci ha convinto ancor di più della bontà di questa iniziativa”.

 

“La raccolta differenziata è il tema portante dell’amministrazione comunale e di Amiu Puglia - ha sottolineato il presidente di Amiu Puglia Sabino Persichella -. Quindi, intendiamo agevolare i cittadini nel raggiungimento di percentuali più elevate anche attraverso app come questa. I benefici sono tantissimi, da una maggiore attenzione all’ecosistema al risparmio economico per tutti, perché fare correttamente la differenziata evita l’aggravio dei costi derivanti dall’ecotassa, obiettivo centrato anche quest’anno, e allo stesso tempo la produzione di rifiuto indifferenziato, che determina maggiori costi di smaltimento in discarica”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.