/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Insulto sessista a Melini durante il Consiglio: arriva un fiore dal Portogallo. Solidarietà anche da Losacco, Sisto e Altini

Insulto sessista a Melini durante il Consiglio: arriva un fiore dal Portogallo. Solidarietà anche da Losacco, Sisto e Altini

Dopo il grave insulto sessista incassato in forma anonima nel corso delle votazioni in programma ieri pomeriggio durante il Consiglio comunale di Bari, proseguono le manifestazioni di solidarietà nei confronti di Irma Melini. La consigliera, questa mattina a Palazzo di Città, ha ricevuto un fiore inviatole da un amico di San Girolamo attualmente in Portogallo. “Ciascuno di noi, nel profondo, ha un desiderio di riscatto – si legge nel bigliettino che accompagna il girasole – ed è questa la motivazione che ci spinge avanti”.

 

Ai messaggi di vicinanza del sindaco Antonio Decaro, delle consigliere Francesca Contursi, Anita Maurodinoia e Alessandra Anaclerio, e delle assessore Francesca Bottalico, Carla Palone, Carla Tedesco e Paola Romano diffusi nei minuti immediatamente successivi all’accaduto, si uniscono oggi quelli del deputato barese del PD Alberto Losacco, dell’onorevole Francesco Paolo Sisto (Forza Italia) e del segretario PSI di Bari, Claudio Altini.

 

"È grave che nell'aula del consiglio comunale di una delle più importanti città italiane si possa assistere allo scempio di un'offesa sessista e di così basso rango – dice Losacco - Esprimo tutta la mia solidarietà alla consigliera Irma Melini e il mio rammarico per il modo con cui è stata sporcata l'immagine del consiglio comunale, che è la casa e il consesso di tutte le cittadine e i cittadini di Bari. Purtroppo, abbiamo scoperto oggi, il sessismo si annida anche in quel luogo che dovrebbe essere un corpo unico nel contrasto di certi fenomeni. Anche per tutelare il buon nome dell'assemblea, spero davvero ci siano le condizioni per individuare il responsabile e sanzionare questo atto così stupido e volgare".

 

“Con il gesto di oggi la maggioranza in Consiglio comunale di Bari ha toccato il fondo: c’è proprio bisogno di un cambiamento radicale - scrivono in una nota i componenti del coordinamento di Forza Italia a Bari, Francesco Paolo Sisto con i vice Luigi Avenia, Antonio Ciaula e Dino Tartarino -. Il solo fatto che si maturino bestialità di questo genere offre l’idea dell’ambiente in cui vive il governo della città. Una politica tutta da dimenticare. Non basta la solidarietà alla consigliera Melini: è necessario invece un grande sforzo di tutti per restituire a Bari la classe politica che merita”.

 

“Quello che è accaduto ieri all'interno dell' aula Consiliare fa davvero ribrezzo – commenta infine Altini -. Le ingiurie sessiste rivolte da un consigliere comunale di Bari nel segreto dell’urna a Irma Melini, quale che sia il contenuto, rivelano solo l’indegnità dell’autore di far parte di quel Consesso. È per questo che chiedo al Presidente del Consiglio Comunale di avviare una severa indagine per l'individuazione e la relativa espulsione dal Consiglio di chi si è reso protagonista di tale gesto. Da troppe parti e troppe sono ormai, le occasioni nelle quali gli eletti confermano di non avere minima consapevolezza del ruolo delle assemblee elettive”.

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.