/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, parcheggi riservati alle donne incinte: l’iniziativa che dal 2009 testa il (basso) senso civico dei baresi

Bari, parcheggi riservati alle donne incinte: l’iniziativa che dal 2009 testa il (basso) senso civico dei baresi

Istituiti dal Comune di Bari nel 2009, in numero esiguo, sono oramai scomparsi dalle strade cittadine. Parliamo dei posti auto riservati alle donne in stato interessante: qualcuno ancora sopravvive all’interno dei Park & Ride e nei parcheggi delimitati ma, in generale, non esistono più. Almeno nelle strade comunali.

 

Il motivo è presto detto. Non regolamentato da alcun articolo del codice della strada, il posto auto speciale diventava spesso oggetto di soprusi. In sostanza, non essendo normato, l’eventuale furbetto che occupava l’area dedicata invece a una futura mamma non poteva essere sottoposto a sanzione. Il servizio era totalmente dipendente dal senso civico dei baresi e così, quindi, è scomparso nel tempo.

 

A Palazzo di Citta, però, ci riprovano. Si cerca di studiare un modo alternativo per costringere i cittadini al rispetto di una categoria spesso non considerata. Un primo passo è stato compiuto all’interno del Polipark con 22 posti auto al piano interrato delimitati da linee rosa.

Bari, parcheggi riservati alle donne incinte: l’iniziativa che dal 2009 testa il (basso) senso civico dei baresi
Watch the video

Bari, parcheggi riservati alle donne incinte: l’iniziativa che dal 2009 testa il (basso) senso civico dei baresi

Istituiti dal Comune di Bari nel 2009, in numero esiguo, sono oramai scomparsi dalle strade cittadine. Parliamo dei posti auto riservati alle donne in stato interessante: qualcuno ancora sopravvive all’interno dei Park & Ride e nei parcheggi delimitati ma, in generale, non esistono più. Almeno nelle strade comunali.

 

Il motivo è presto detto. Non regolamentato da alcun articolo del codice della strada, il posto auto speciale diventava spesso oggetto di soprusi. In sostanza, non essendo normato, l’eventuale furbetto che occupava l’area dedicata invece a una futura mamma non poteva essere sottoposto a sanzione. Il servizio era totalmente dipendente dal senso civico dei baresi e così, quindi, è scomparso nel tempo.

 

A Palazzo di Citta, però, ci riprovano. Si cerca di studiare un modo alternativo per costringere i cittadini al rispetto di una categoria spesso non considerata. Un primo passo è stato compiuto all’interno del Polipark con 22 posti auto al piano interrato delimitati da linee rosa.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.