/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Presidio Padre Pio, niente ‘spezzatino’: Regione mira a garantire piena occupazione. Intanto azienda paga parte delle retribuzioni

Presidio Padre Pio, niente ‘spezzatino’: Regione mira a garantire piena occupazione. Intanto azienda paga parte delle retribuzioni

Non ci sarà nessuno ‘spezzatino’, l’obiettivo fondamentale è quello di “salvaguardare la piena occupazione”. È quanto emerge dalla riunione della task force istituita per la crisi del Presidio riabilitativo “Padre Pio” di Capurso.

 

Al termine dell’incontro, che ha visto la partecipazione dei sindacati, della società che ha gestito fino ad ora il centro, di Regione e ASL, le parti hanno firmato un documento che impegna le strutture regionali competenti alla celere individuazione di una soluzione.

 

Intanto dopo il pagamento di oltre 500mila euro all’azienda da parte della ASL in questi giorni sono partiti i bonifici ai lavoratori contenenti una piccola parte delle retribuzioni. Mentre saranno accantonate le somme oggetto di decreto ingiuntivo per le retribuzioni non percepite da luglio a ottobre. Soddisfazione soprattutto per quest’ultimo aspetto da CGIL: “Contenti che questi soldi almeno provvisoriamente non finiscano nella procedura concordataria”, ha affermato Domenico Ficco.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.