/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Fesca, San Girolamo, San Cataldo e villaggio Trieste: venerdì 15 dicembre al via il porta a porta

Fesca, San Girolamo, San Cataldo e villaggio Trieste: venerdì 15 dicembre al via il porta a porta

Dopo le attività preparatorie è tutto pronto per l’avvio del servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta nei quartieri Fesca, San Girolamo, San Cataldo e il villaggio Trieste. Il servizio partirà venerdì 15 dicembre e, con il coinvolgimento della popolazione di queste ultime zone della città, i cittadini baresi “toccati” dal porta a porta saliranno quindi a 50mila, 17mila invece i nuclei familiari.

 

Gli uffici e tutti gli operatori coinvolti sono a lavoro per gli ultimi dettagli e per tutti i cittadini che non hanno ancora ritirato il kit dei nuovi contenitori l’ufficio start up dell’Amiu in via Napoli 349/A sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30 mentre il sabato dalle 8.30 alle 13.30. Chiunque può recarsi presso questo ufficio e con un documento di riconoscimento ritirare tutto il materiale utile.

 

I cittadini dovranno esporre i contenitori la sera prima (14 dicembre) e la prima frazione che sarà raccolta è “Non Riciclabile e Carta”. Nei giorni precedenti l’azienda comunale provvederà gradualmente a rimuovere i cassonetti dalla sede stradale.

 

“Consigliamo ai cittadini di scaricare Junker, un app gratuita che informa correttamente su come separare i rifiuti semplicemente fotografando il codice a barre dei prodotti – spiega l’assessore all’ambiente Petruzzelli, che in questi giorni sta accompagnando le squadre dell’Amiu in giro per i quartieri per apporre sui cassonetti il materiale informativo utile a preparare i cittadini al nuovo servizio -. Dopo poche settimane sono più di 5500 i baresi che stanno utilizzando Junker e non solo nelle zone interessate dal nuovo servizio porta a porta ma in tutta la città”.

 

“Sono convinto che anche i cittadini dei nuovi quartieri interessati al porta a porta saranno bravi come quelli di Santo Spirito, Palese, Catino e San Pio dove il nuovo servizio è ormai a regime e sta dando ottimi risultati – conclude Petruzzelli -. Contiamo che così come è già successo per le altre zone, presto tutti si accorgano di quanto è più bella la nostra città senza l’ingombro dei cassonetti stradali. Con queste zone si completa la fase di start-up su cui avevamo deciso di testare il nuovo servizio e visti gli ottimi risultati stiamo già lavorando ai prossimi passi per programmare le zone che saranno raggiunte dal servizio non appena avremo assestato il lavoro dell’azienda”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.