/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

“Noi ci mettiamo la faccia”, medici in sciopero incontrano i cittadini: il 12 dicembre all’Ordine dei Medici di Bari

“Noi ci mettiamo la faccia”, medici in sciopero incontrano i cittadini: il 12 dicembre all’Ordine dei Medici di Bari

Nell’ambito della giornata di sciopero nazionale dei medici della dipendenza che si terrà martedì 12 dicembre la segreteria regionale del sindacato USSMO (Universo Sanità Sindacato Medici Ospedalieri), oltre alla partecipazione dei propri iscritti alle manifestazioni negli ospedali, ha deciso di riunirsi in assemblea assieme ai giovani medici neolaureati, specializzandi e corsisti della medicina generale per incontrare i cittadini. L’incontro avverrà alle ore 11 presso l’auditorium dell’Ordine dei Medici di Bari.

 

“In questa sede – spiega il segretario regionale Franco Lavalle -, attraverso la manifestazione 'Noi ci Mettiamo la Faccia', intendiamo spiegare ai baresi le motivazioni di una protesta fatta essenzialmente in difesa del sistema sanitario pubblico. Un sistema sempre più in pericolo in seguito alla scarsità delle risorse che gli vengono destinate dalla finanza nazionale ed i cui riscontri si trovano anche nella legge finanziaria di quest’anno. I medici vogliono far sentire alle persone la loro vicinanza e mantenere con loro ‘l’alleanza terapeutica medico paziente’ che tanto bene ha fatto in passato e la cui dimostrazione più lampante è stata l’allungamento della vita media ed un maggior benessere fisico delle persone”.

 

“Si vuole parlare con la gente di cronicità, disabilità, povertà crescente con difficoltà di accesso alle cure – spiega ancora Lavalle -, pensando che tutto ciò possa servire a far conoscere meglio le posizioni dei medici in favore dei cittadini. Riteniamo, con questa iniziativa, di svolgere un servizio utile nei confronti della gente che, consapevolmente informata delle motivazioni che sono alla base dello sciopero, potrà così affiancare i medici nel richiedere la difesa del sistema sanitario pubblico”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.