/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Al via il porta a porta a Fesca, San Girolamo e San Cataldo. Petruzzelli: “Confido in reciproca tolleranza”

Al via il porta a porta a Fesca, San Girolamo e San Cataldo. Petruzzelli: “Confido in reciproca tolleranza”

Comincerà domani, venerdì 15 dicembre, il servizio di raccolta porta a porta nei quartieri Fesca, San Girolamo, San Cataldo e al villaggio Trieste. Dopo l’avvio su tutto il territorio del Municipio V, a partire da domani il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti coinvolgerà complessivamente oltre 50mila cittadini e 17.000 nuclei familiari.

 

In queste ore gli operatori di Amiu Puglia sono alle prese con la rimozione dei cassonetti dalle strade dei quartieri interessati. Pertanto, a partire da questa sera, i contenitori dei rifiuti domestici dovranno essere esposti all’esterno delle abitazioni: le prime frazioni ad essere raccolte saranno quelle relative al materiale non riciclabile e alla carta e cartone. Il calendario per il ritiro dei rifiuti sarà lo stesso utilizzato nel Municipio V.

 

Per quanto riguarda il territorio di Fesca, San Girolamo, San Cataldo e del villaggio Trieste, sono coinvolti 13mila residenti, sono state consegnate a domicilio 5.200 pattumelle e sono stati serviti 200 condomini e 240 attività commerciali con i carrellati. Le famiglie che pur avendo ricevuto la cartolina con tutte le informazioni non hanno ancora ritirato il kit dei nuovi contenitori sono 250 e per farlo potranno recarsi presso l’ufficio start up dell’Amiu, in via Napoli 349/A, aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle ore 14.30 alle 17.30, e il sabato, dalle ore 8.30 alle 13.30. Chiunque, munito di un documento di riconoscimento, può ritirare il materiale.

 

“Da domani partiamo con il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti in un’altra area della città - dichiara l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli -. Ovviamente, come accaduto nei confronti dei residenti dei quartieri del Municipio V, ci sarà molta tolleranza nel periodo iniziale perché sappiamo bene che cambiare repentinamente le abitudini non è né semplice né scontato. Allo stesso tempo, mi auguro che i cittadini mostrino la stessa tolleranza nei confronti degli operatori Amiu, alle prese anch’essi con un nuovo sistema e un nuovo territorio”.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.