/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Presidio Padre Pio, Regione dà mandato ad ASL per affidamento a nuovo soggetto: avviso pubblico forse già la prossima settimana

Presidio Padre Pio, Regione dà mandato ad ASL per affidamento a nuovo soggetto: avviso pubblico forse già la prossima settimana

Uno spiraglio di luce per il Presidio di riabilitazione Padre Pio. Sarà la ASL Bari ad affidare a un nuovo soggetto il pacchetto in convenzione della struttura attualmente situata a Capurso, al centro di una complicata vicenda di dissesto economico finanziario.

 

La Regione Puglia, con una delibera datata 28 dicembre, ha preso atto della situazione dando mandato all’Azienda Sanitaria Locale di avviare le procedure per una celere soluzione della questione. Ci sono già cinque società operanti nel settore sociosanitario che hanno palesato l’interesse a proseguire le attività del centro (GVM, Maxima Salus, Segesta, CONSSI e un gruppo facente capo a Confindustria). Così già la settimana prossima, si spera entro venerdì, potrebbe essere redatto l’avviso pubblico, con tutta probabilità apponendo il termine abbreviato di 15 giorni. Più remota invece la possibilità che si scelga di internalizzare il servizio o una parte di esso, affidandolo ad una delle società in house. In entrambi i casi sia GMS che Mefir, rispettivamente titolare originaria dell’accreditamento e cessionaria del ramo d’azienda, sarebbero intenzionate a impugnare la delibera regionale, aggiungendo una nuova pagina al lungo braccio di ferro con la Regione.

 

Sullo sfondo la situazione tragica dei 170 lavoratori, che negli ultimi sei mesi hanno percepito appena 1500 euro, peraltro spezzettati in più tranche. L’ultima da appena 500 euro ricevuta qualche giorno fa dopo aver passato il Natale senza stipendio e con una lettera dell’azienda che li invitava a non presentarsi in sede. Nei prossimi giorni dovrebbe essere autorizzata l’erogazione di un’altra mensilità ai lavoratori, che intanto ieri si sono riuniti dinanzi all’assessorato regionale al lavoro.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.