/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

“Aspettando la Befana”, dolci e racconti popolari a Barivecchia: l’appuntamento è in piazza Odegitria

“Aspettando la Befana”, dolci e racconti popolari a Barivecchia: l’appuntamento è in piazza Odegitria

Nel tardo pomeriggio di oggi in piazza Odegitria, a Barivecchia, si aspetta l’arrivo della Befana con il racconto di una delle leggende più longeve della città: quella de ‘la cape du turke’. Organizzatori dell’evento sono I custodi della bellezza, un gruppo di volontari che dallo scorso maggio opera per il bene della comunità nei vicoli del centro storico.

 

“L’evento avrà inizio alle 19 e durerà circa un’ora - spiega Vito Cassano, vicepresidente dell’associazione presieduta da Michele Cassano, chiamando a raccolta grandi e piccini nella piazza di Barivecchia -. Con noi ci sarà Nicola Valenzano del teatro Sitara: sarà lui a raccontare la storia de ‘la cape du turke’, una leggenda legata all’Epifania che caratterizza la città vecchia e che, proprio per questo, crediamo sia giusto tramandare alle nuove generazioni”.

 

La leggenda, dai contorni chiaramente fantasiosi, ha riferimenti storici precisi e si inserisce nella Bari degli anni compresi tra l’840 e l’870. Al civico 10 di strada Quercia, non lontano dalla Basilica di San Nicola, è ancora oggi sistemata sulla facciata del palazzo una scultura che rappresenta la testa mozzata di un turco. Secondo la leggenda si tratta di Muffarag, emiro che nella notte del 5 gennaio, accusando i baresi di essere paurosi e creduloni, decise di sfidare ‘Befanì’: una Befana cattiva che stando alle credenze popolari, in contrapposizione a quella buona, segnava con una croce nera le porte delle case più sventurate, tagliando la testa a chiunque incontrasse sulla sua strada. Il turco quindi perse la sfida, rimettendoci così la testa.

 

“Ci saranno due Befane – spiega ancora Cassano -, entrambe buone chiaramente, che distribuiranno caramelle e cioccolatini a tutti i bambini. Usciranno contemporaneamente dall’interno di Marnarid, lo storico negozio di dolciumi di Barivecchia senza la cui generosità non sarebbe stato possibile organizzare l’evento, e animeranno la piazza. Nella manifestazione abbiamo coinvolto anche i volontari del centro Anspi di Santa Annunziata: con loro ci saranno trenta bambini che, oltre ai dolci di oggi pomeriggio, domani mattina riceveranno ‘a domicilio’ una splendida calza”.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.