/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari centrale, in partenza i lavori al sottopasso giallo: entro giugno 2019 anche il nuovo edificio di via Capruzzi

Bari centrale, in partenza i lavori al sottopasso giallo: entro giugno 2019 anche il nuovo edificio di via Capruzzi

Lunedì 22 gennaio GrandiStazioni Rail darà il via ai lavori per l’ampliamento e il prolungamento del sottopasso giallo che migliorerà l’interscambio con la stazione di Ferrotramviaria, a sua volta già connessa alle FAL. Il sottopassaggio giallo resterà chiuso al transito pedonale per tutta la durata dei lavori e viaggiatori e cittadini potranno utilizzare i sottopassaggi rosso e verde.

 

L’attuale sottopasso giallo sarà demolito. Al suo posto sarà realizzato un nuovo sottopasso di larghezza doppia, dotato di scale mobili di collegamento, a piazza Aldo Moro e via Capruzzi, e di ascensori a servizio dei binari. In questa prima fase sarà realizzato anche un nuovo edificio lato via Capruzzi, in corrispondenza dell’innesto dei tre sottopassi. Il nuovo fabbricato, di tre piani più uno interrato, si svilupperà sul fronte stradale per circa 140 metri in corrispondenza dell’attuale edificio delle Ferrovie del Sud Est, che verrà demolito, e ospiterà una biglietteria, una sala d’aspetto, locali commerciali e uffici FS. La fine dei lavori è prevista per il primo semestre del 2019.

 

Con l’apertura del nuovo sottopasso giallo sarà avviata poi una seconda fase di interventi che prevede la riqualificazione dei sottopassi rosso e verde. I due sottopassi saranno dotati di nuovi rivestimenti e nuovo impianto di illuminazione. All’interno del sottopasso rosso, in corrispondenza dei binari 4 e 5, verranno installati ulteriori due ascensori che garantiranno un acceso diretto a tutti i binari di stazione. In questo caso la fine dei lavori è prevista per il primo semestre del 2020.

 

L’investimento economico complessivo è di 9,3 milioni di euro.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.