/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Chiama Decaro, il dramma della signora Rosa in diretta: "Sindaco, porterebbe le sue figlie a casa mia?"

Chiama Decaro, il dramma della signora Rosa in diretta: "Sindaco, porterebbe le sue figlie a casa mia?"

“Sindaco, lei porterebbe le sue figlie a casa mia? Venga a trovarmi”. Una domanda ‘provocatoria’, così come l’ha definita il primo cittadino barese. Ieri sera, durante la trasmissione Chiama Decaro, è intervenuta la signora Rosa, cittadina del quartiere Libertà che davanti alle nostre telecamere aveva denunciato le pessime condizioni in cui era costretta a vivere. Una casetta piena di muffa, con prese scoperte e pericolose, topi e scarafaggi ovunque. Una condizione di disagio che mette a dura prova la quotidianità della sua famiglia.

 

Dalla domanda è nato un confronto tra il Sindaco e la signora Rosa. Un quarto d’ora tra tentativi di spiegazione di quello che dovrebbe essere l’iter burocratico da seguire senza però giungere a una risposta che possa effettivamente risolvere il problema della residente al Libertà. Perché, effettivamente, neanche Decaro ha “la bacchetta magica”. È su queste sue parole che il primo cittadino sembra sbottonarsi un po’ di più, lasciando spazio all’uomo e al padre di famiglia, quasi lasciando la figura istituzionale.

 

“Ogni sera quando torno a casa – dice in diretta – penso a quelle poche cose che sono riuscito a risolvere ma soprattutto alle tante che ancora necessitano di una soluzione”. E tra queste c’è sicuramente la condizione di Rosa, il cui problema continuerà a essere seguito da Telebari e, con ogni probabilità, avrà una maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione comunale.

Chiama Decaro, il dramma della signora Rosa in diretta:
Watch the video

Chiama Decaro, il dramma della signora Rosa in diretta: "Sindaco, porterebbe le sue figlie a casa mia?"

“Sindaco, lei porterebbe le sue figlie a casa mia? Venga a trovarmi”. Una domanda ‘provocatoria’, così come l’ha definita il primo cittadino barese. Ieri sera, durante la trasmissione Chiama Decaro, è intervenuta la signora Rosa, cittadina del quartiere Libertà che davanti alle nostre telecamere aveva denunciato le pessime condizioni in cui era costretta a vivere. Una casetta piena di muffa, con prese scoperte e pericolose, topi e scarafaggi ovunque. Una condizione di disagio che mette a dura prova la quotidianità della sua famiglia.

 

Dalla domanda è nato un confronto tra il Sindaco e la signora Rosa. Un quarto d’ora tra tentativi di spiegazione di quello che dovrebbe essere l’iter burocratico da seguire senza però giungere a una risposta che possa effettivamente risolvere il problema della residente al Libertà. Perché, effettivamente, neanche Decaro ha “la bacchetta magica”. È su queste sue parole che il primo cittadino sembra sbottonarsi un po’ di più, lasciando spazio all’uomo e al padre di famiglia, quasi lasciando la figura istituzionale.

 

“Ogni sera quando torno a casa – dice in diretta – penso a quelle poche cose che sono riuscito a risolvere ma soprattutto alle tante che ancora necessitano di una soluzione”. E tra queste c’è sicuramente la condizione di Rosa, il cui problema continuerà a essere seguito da Telebari e, con ogni probabilità, avrà una maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione comunale.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.