Home Attualità Chiama Decaro, il dramma della signora Rosa in diretta: “Sindaco, porterebbe le...

Chiama Decaro, il dramma della signora Rosa in diretta: “Sindaco, porterebbe le sue figlie a casa mia?”

“Sindaco, lei porterebbe le sue figlie a casa mia? Venga a trovarmi”. Una domanda ‘provocatoria’, così come l’ha definita il primo cittadino barese. Ieri sera, durante la trasmissione Chiama Decaro, è intervenuta la signora Rosa, cittadina del quartiere Libertà che davanti alle nostre telecamere aveva denunciato le pessime condizioni in cui era costretta a vivere. Una casetta piena di muffa, con prese scoperte e pericolose, topi e scarafaggi ovunque. Una condizione di disagio che mette a dura prova la quotidianità della sua famiglia.

 

Dalla domanda è nato un confronto tra il Sindaco e la signora Rosa. Un quarto d’ora tra tentativi di spiegazione di quello che dovrebbe essere l’iter burocratico da seguire senza però giungere a una risposta che possa effettivamente risolvere il problema della residente al Libertà. Perché, effettivamente, neanche Decaro ha “la bacchetta magica”. È su queste sue parole che il primo cittadino sembra sbottonarsi un po’ di più, lasciando spazio all’uomo e al padre di famiglia, quasi lasciando la figura istituzionale.

 

“Ogni sera quando torno a casa – dice in diretta – penso a quelle poche cose che sono riuscito a risolvere ma soprattutto alle tante che ancora necessitano di una soluzione”. E tra queste c’è sicuramente la condizione di Rosa, il cui problema continuerà a essere seguito da Telebari e, con ogni probabilità, avrà una maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione comunale.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

1 commento

  1. Sindaco grazie per le commissioni “volontarie” assegnate al rilascio del nullaosta delle categorie protette… trovato un lavoro rischiamo di perderlo perché da 3 mesi la commissione non si riunisce… complimenti per la tutela! Vergognoso

Dì la tua! Commenta l'articolo