/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, discarica a cielo aperto in via Marco Partipilo: nel fiume di rifiuti abbandonati anche 100 panini

Bari, discarica a cielo aperto in via Marco Partipilo: nel fiume di rifiuti abbandonati anche 100 panini

“Siamo vittime del fenomeno della ‘migrazione del rifiuto’ e di alcuni commercianti incivili. E non ce la facciamo più”. I residenti di via Marco Partipilo, strada del complesso residenziale ‘FaraOne’, sono esasperati: da ormai diverso tempo, nella zona in cui sono stati posizionati i cassonetti dell’immondizia, si sviluppa un fiume di rifiuti formato ogni giorno da elementi sempre più improbabili. Mobili, materiali di risulta, lavandini da toilette, lattine, bottiglie… E magari anche un centinaio di panini. Guardare per credere.

 

Stando a quanto raccontato da chi vive in zona, al netto del comportamento deprecabile di alcuni commercianti del food poco inclini al regolare smaltimento di ciò che avanza dalle loro cucine, alla base del cumulo di spazzatura che quotidianamente si crea al lato della carreggiata ci sarebbe il cosiddetto fenomeno della ‘migrazione del rifiuto’: in sostanza, residenti dei quartieri coperti dal servizio di raccolta ‘porta a porta’ che si caricano in auto il sacchetto dell’immondizia per poi depositarlo in zone della città confinanti dove questo servizio non è attivo.

 

Un fenomeno di inciviltà che si mostra in tutta la sua scelleratezza in quelle zone confinanti addirittura con paesi, e non quartieri, caratterizzati dal ‘porta a porta’… Come appunto via Partipilo.

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.