Home Attualità Minacce su Fb dopo guerra delle fornacelle, Decaro si costituisce parte civile:...

Minacce su Fb dopo guerra delle fornacelle, Decaro si costituisce parte civile: “Basta criminalità sulla festa di San Nicola”

Il sindaco di Bari Antonio Decaro si è costituito parte civile nel processo sulle minacce ricevute da un 26enne barese tramite un post fu Facebook dopo le polemiche e i tafferugli che ci furono a Bari in seguito al sequestro e smantellamento delle ‘fornacelle’ abusive usate per arrostire la carne all’aperto e che proliferavano sul lungomare di Bari. Il 13 maggio 2016, all’indomani della festa patronale di San Nicola, il giovane – ora imputato per diffamazione e minacce – scrisse sul profilo pubblico del sindaco frasi del tipo “pezzo di m… bastardo”, “devi morire”, “sono pronto alla guerra”, riferendosi all’ordinanza del Sindaco che vietava gli abusivi sul lungomare di Bari. A seguito di quelle minacce a Decaro fu assegnata la scorta.

 

Oggi in aula, dinanzi al giudice monocratico Anna Perrelli, Decaro (assistito dall’avvocato Michele Laforgia) si è costituito parte civile. Lo ha fatto anche il Comune di Bari, difeso dall’avvocato Biancalaura Capruzzi, costituitosi per il danno all’immagine e anche perché quelle minacce avrebbero “creato, all’indomani della festa patronale, un clima di insicurezza e sfiducia nelle istituzioni”. Nella prossima udienza del 30 maggio Decaro sarà chiamato a testimoniare.

 

Lasciando il palazzo di giustizia, il Sindaco ha detto: “Se oggi sono qui in Tribunale è anche per ricordare che quel giorno una linea è stata tirata tra la legalità e le illegalità. C’è stato uno spartiacque nella città di Bari, sono stato minacciato io ma sono stati minacciati tutti i baresi, quella relativa al processo di oggi è una delle tante minacce al sindaco e quindi ai cittadini, che invece hanno diritto ad avere la disponibilità del suolo pubblico, hanno diritto alla salute dei cibi che acquistano per strada e soprattutto hanno il diritto di non vedere le mani della criminalità organizzata anche sulla festa del santo patrono”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo