/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, Decaro ricorda i martiri delle Foibe: “Frutto avvelenato del nazionalismo esasperato e della ideologia totalitaria”

Bari, Decaro ricorda i martiri delle Foibe: “Frutto avvelenato del nazionalismo esasperato e della ideologia totalitaria”

In occasione del Giorno del ricordo, istituito per ricordare la tragedia delle foibe, questa mattina il sindaco Antonio Decaro ha deposto una corona commemorativa in via Martiri delle Foibe, a Bari.

 

"Di solito i morti e i martiri meritano rispetto e silenzio - ha detto Decaro -. In questo caso invece, e in questo tempo, è nostro dovere parlare. Parlare e farci sentire da più persone possibile affinché il sacrificio di tutti i morti per mano del fanatismo, dell'ideologia, della ferocia degli uomini, abbiano il rispetto che si meritano e soprattutto non si ripropongano più. Anche le foibe e l'esodo forzato furono il frutto avvelenato del nazionalismo esasperato e della ideologia totalitaria che hanno caratterizzato molti decenni nel secolo scorso".

 

"I danni del nazionalismo estremista, dell'odio etnico, razziale e religioso si sono perpetuati, anche in anni a noi molto più vicini, generando guerre fratricide, stragi e violenze disumane. Noi - ha continuato Decaro - dobbiamo ricordare per non dimenticare e per contrapporre ai totalitarismi e ai nazionalismi vissuti nel Novecento una prospettiva di pace, di crescita comune, nella democrazia e nella libertà".

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.