/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Addio a Nicola Marzulli, il ricordo del Comandante innamorato di Bari e della divisa

Addio a Nicola Marzulli, il ricordo del Comandante innamorato di Bari e della divisa

In questi casi si è soliti dire che i migliori se ne vanno. Ma mai come questa volta, non è retorica, perché Nicola Marzulli era davvero il migliore. Il Comandante per eccellenza, l’uomo simbolo della Polizia Municipale, un ruolo che ha ricoperto fino a poche ore prima della sua scomparsa con estremo rigore morale e con grande spirito di servizio. Il classico uomo delle istituzioni, sempre in prima linea per il rispetto delle regole. "Non è possibile rischiare la vita propria e degli altri, anche durante dei semplici spostamenti con l’auto in città, per rispondere a una telefonata o a un messaggio in chat”. Il suo grande cruccio negli ultimi tempi, ma anche un monito da lasciare ai posteri.

 

Non perdeva mai l’occasione per ripeterlo con l’unico fine di tutelare la sicurezza dei cittadini ai quali teneva come fossero tutti suoi figli. Un malore improvviso ha spezzato la sua vita e la sua carriera, a soli 66 anni, a pochi mesi dalla pensione. Per due volte comandante dei Vigili del capoluogo pugliese, nel 1999 (sotto l’amministrazione Di Cagno Abbrescia) e nel 2016 con Antonio Decaro, Marzulli aveva ottenuto il grado di Generale. Per anni dirigente nella ripartizione Sviluppo Economico durante il Governo Emiliano, era stato richiamato al comando della Polizia Municipale da Decaro, lo stesso che lo aveva nominato alla guida dell’Amtab, dal 2015 al 2017, per risanarne le sorti, dopo lo scandalo giudiziario che aveva coinvolto l’azienda di trasporto pubblico. E così è stato. Marzulli, laureato in Scienze Politiche e con un Master all’Università Bocconi di Milano, per un periodo ha ricoperto anche l’incarico di comandante dei Vigili Urbani a Taranto e ad Alberobello.

 

La strada era il campo di battaglia di Nicola Marzulli che, in qualche occasione, ha dovuto fare i conti anche con la prepotenza della criminalità organizzata, affrontando in prima linea gli abusivi delle fornacelle, in occasione di della sagra di san Nicola 2016. Orgoglioso della divisa che indossava, Marzulli ha incarnato l’ideale di uomo delle istituzioni e allo stesso tempo di padre di famiglia, sempre pronto a interpretare le esigenze dei cittadini, ai quali con garbo e gentilezza rispondeva in prima persona, non sottraendosi mai ad alcun genere di critica o disapprovazione.

 

“E’ stato esempio di dedizione al lavoro, onestà, rispetto delle regole e prossimità ai cittadini". Così lo ricorda il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che aggiunge. Un onore averlo a fianco della nostra Amministrazione”. Un onore per tutti noi baresi averlo conosciuto e aver beneficiato del suo contributo alla cittadinanza. Noi vogliamo ricordarlo così, sorridente e fiero del lavoro dei suoi uomini in divisa, in occasione dell’ultima festa di San Sebastiano. Ciao Comandante, ti salutiamo così come a te piaceva essere chiamato

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.