/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Neve e ghiaccio sulle strade di Bari, 1051 chiamate al 118: raddoppiati gli interventi per patologie traumatiche

Neve e ghiaccio sulle strade di Bari, 1051 chiamate al 118: raddoppiati gli interventi per patologie traumatiche

Neve e ghiaccio sulle strade di Bari, molti scivoloni e centralino del 118 preso d’assalto da una lunga serie di chiamate. Gli eventi meteorologici che hanno caratterizzato l’ultimo martedì del febbraio barese ha portato in dote al sistema di emergenza sanitaria del 118 un grande lavoro. Le telefonate ricevute, infatti, sono state in tutto 1051 contro le 714 registrate nella giornata di lunedì.

“È stato possibile mantenere lo standard abituale grazie alla disponibilità del personale presente al completo pur nelle difficoltà oggettive a raggiungere le postazioni di lavoro – fanno sapere dalla direzione -. In uno scenario operativo inusuale per le nostre latitudini, di fondamentale importanza sono state anche le decisioni prese sia dalle ASL di Bari e BAT che del Policlinico: equipaggi tutti operativi e centrale operativa rafforzata con una unità infermieristica aggiuntiva, con l’attivazione della postazione maxiemergenza e con l’invio di un proprio medico presso il Comitato Operativo Viabilità attivato per tempo dalla Prefettura di Bari e in stretto contatto telefonico con la SOUP della Protezione Civile Regionale”.

Le emergenze create sono state 334 contro le 286 del giorno precedente, 188 i pazienti ospedalizzati contro 159. Interessante notare l’incremento della bassa patologia, sicuramente connessa ad un evento caratterizzato da condizioni del fondo stradale e dalla bassa temperatura: gli interventi da patologia traumatica, ad esempio, sono passati dai 46 di lunedì agli 82 della giornata di ieri

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.