/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Gravina, Consiglio di Stato rivede la decisione del Tar: elezioni valide. Torna il sindaco Valente

Gravina, Consiglio di Stato rivede la decisione del Tar: elezioni valide. Torna il sindaco Valente

Il Consiglio di Stato, riformando la sentenza del Tar di Puglia, ha ripristinato il quadro politico-amministrativo uscito dalle urne alle ultime elezioni e ha confermato alla guida della città di Gravina in Puglia il sindaco Alesio Valente. Questi, l'11 gennaio scorso, a seguito della decisione del Tar che aveva accolto il ricorso presentato da Domenico Franco Romita ed altri cinque ricorrenti, era stato sostituito dal commissario prefettizio.

Il Tar aveva censurato la mancata indicazione del nominativo del candidato sindaco Valente in alcuni moduli depositati dalla lista "Gravina On", disponendo l'annullamento delle operazioni elettorali. Secondo il Consiglio di Stato, invece, nei Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti (Gravina ne ha oltre 43.000), a differenza di quelli con popolazione inferiore a tale soglia, il sistema elettorale vigente - consentendo il voto disgiunto a favore del candidato sindaco - non impone "alcun legame genetico tra liste e sindaco", tanto che tra i requisiti delle sottoscrizioni delle liste non figura quello ulteriore dell'indicazione dello stesso candidato sindaco. Ciò è invece richiesto "a pena di nullità nel sistema elettorale per i comuni sino a 15.000 abitanti: solo in questo sistema, infatti, la sanzione della nullità è coerente con la funzione della sottoscrizione della lista, essendo il sindaco sostanzialmente un componente ulteriore della lista".

La lista 'Gravina on' è stata la più votata nella competizione e ha espresso il maggior numero di consiglieri.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.