Home Attualità Primo maggio a Taranto: il concertone si farà. Direttori artistici Michele Riondino,...

Primo maggio a Taranto: il concertone si farà. Direttori artistici Michele Riondino, Roy Paci e Diodato

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il concertone del Primo maggio di Taranto si farà. Dopo la pausa dello scorso anno torna l’evento organizzato dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti: il gruppo di operai Ilva, lavoratori, disoccupati, precari, studenti, professionisti e cittadini che si è formato nel 2012 a seguito del sequestro degli impianti inquinanti del Siderurgico, per non dover più scegliere tra salute e lavoro. La conferma arriva dallo stesso Comitato, che aveva lanciato la campagna di crowdfunding. È scattato dunque il conto alla rovescia per la quinta edizione.

Tutti i particolari saranno rivelati nei prossimi giorni dai direttori artistici Michele Riondino, Roy Paci e Diodato e dai portavoce del Comitato.

Il concerto si terrà nel Parco Archeologico delle Mura Greche e la musica “diventa – spiegano gli organizzatori – un veicolo di festa e informazione, non è il fine. L’Uno Maggio Libero e Pensante inizierà al mattino con il tradizionale dibattito che illustrerà il documento politico della manifestazione, basato quest’anno sulle linee guida dell’accordo di programma finalizzato alla chiusura dell’Ilva, bonifica e riconversione del territorio. Al termine dell’incontro spazio alla musica fino a notte”.

I cittadini interessati potranno supportare l’#unomaggioliberoepensante attraverso erogazioni liberali (riceveranno in cambio la maglietta ufficiale e le bottiglie di vino), in occasione delle iniziative collaterali all’Uno Maggio, versamenti e bonifici.

“Vogliamo che sia la festa di tutti – spiega l’attore tarantino Michele Riondino (il “Giovane Montalbano” di Camilleri) – e mi piacerebbe che tutti, anche chi non la pensa come noi e non ci ama, difendesse una manifestazione che mostra al mondo Taranto così come la vorremmo”.