/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, il primo corso in Medicina e Chirurgia totalmente in lingua inglese ha i suoi laureati. Il preside: “Un grosso vanto”

Bari, il primo corso in Medicina e Chirurgia totalmente in lingua inglese ha i suoi laureati. Il preside: “Un grosso vanto”

La Scuola di Medicina dell'Università di Bari ha consegnato oggi la laurea agli studenti che hanno frequentato il primo corso di laurea in Medicina e Chirurgia totalmente in lingua inglese denominato BEMC (Bari English Medical Curriculum) coordinato dal prof. Piero Portincasa, professore ordinario e docente di Medicina interna, delegato Erasmus di Uniba e Medicina e direttore della Clinica medica 'Augusto Murri' del Policlinico di Bari.

"È un vanto per la nostra università avere un tale corso di laurea al pari di altre università prestigiose italiane come Bologna, Milano, Roma, Pavia, Napoli - spiega il prof. Loreto Gesualdo, preside della Scuola di Medicina e Chirurgia dell'Università di Bari - il clima creatosi è vivace e internazionale. Infatti, gli studenti hanno diverse provenienze: India, Inghilterra, United States, Sri Lanka, Brasile, Finlandia, Germania, Egitto, Iran, Israele, Romania, Svezia, Turchia, Polonia, Albania. Alcuni di loro hanno già una prima laurea in ingegneria, farmacia, biologia. Non mancano studenti italiani che hanno scelto il BEMC e non il corso in italiano probabilmente sfruttando l'ottima conoscenza linguistica".

"I docenti del BEMC - conclude Gesualdo - provengono sia dalla nostra università sia da altre università partner del circuito Erasmus". Il numero degli iscritti per anno al BEMC è pari a trenta posti e possono aspirare cittadini europei, anche italiani, extraeuropei ed un posto è riservato a studenti cinesi nell'ambito del programma di collaborazione Italia-Cina denominato 'Marco Polo'.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.