Home Cronaca Bari, anziana rapinata in casa a Palese con la complicità della badante:...

Bari, anziana rapinata in casa a Palese con la complicità della badante: arrestato l’ultimo componente della banda

La rapina ai danni dell’anziana signora residente a Palese è stata consumata il 19 ottobre del 2016. Il 15 novembre del 2017, per questo episodio, i Carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare a carico di cinque persone. Nelle ultime ore poi, i militari hanno arrestato anche il sesto e ultimo componente della banda e così questa triste storia può dirsi conclusa.

Dopo complesse attività investigative, nei mesi successivi ai fatti, i militari riuscirono a ricostruire appieno l’azione criminale commessa grazie alla complicità della badante della donna e del suo compagno, i quali, con l’ausilio di altri soggetti, erano entrati nell’abitazione col favore del buio, intrattenendosi all’interno per diverso tempo, togliendo dal muro perfino una cassaforte e sottraendo alla donna preziosi per un valore di circa 15mila euro. L’anziana, sola ed affetta da disabilità, nella circostanza minacciata e inerme, fu costretta ad assistere alla rapina senza poter fare nulla ed a causa del trauma patito fu colpita da infarto cardiaco e ricoverata in ospedale per diversi giorni.

La prima fase dell’attività si era conclusa con l’arresto di cinque componenti del gruppo, la badante e quattro complici, tuttavia agli investigatori non era sfuggito un sesto componente: Giovanni De Noia, 27enne della zona con precedenti per rapina, il quale, nella circostanza, aveva fatto parte proprio di coloro che erano entrati in casa ed avevano materialmente minacciato la donna rubandole i preziosi.

Il passare dei mesi, rispetto ai primi arresti, non ha fatto desistere gli inquirenti dal ricercare altre fonti di prova a carico del sesto complice, nei confronti del quale, dopo i necessari approfondimenti, è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per concorso in rapina.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo