/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, bimbo di tre anni sequestrato da una casa protetta e salvato grazie alla Polizia Locale: due arresti

Bari, bimbo di tre anni sequestrato da una casa protetta e salvato grazie alla Polizia Locale: due arresti

Un bimbo di 3 anni sottratto da una casa protetta. Un uomo e una donna che lo avrebbero tenuto nascosto e la Polizia Locale a salvare il piccolo e a restituirgli un tetto sicuro. Il nucleo di Polizia Giudiziaria del Comando di Bari ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere, mentre altre tre persone sono state deferite all'Autorità Giudiziaria, nell'ambito dell'operazione "Check Point".

I fatti hanno origine nel maggio 2015 quando un bimbo sparisce dal centro a cui è stato affidato dai servizi sociali. Del piccolo si perdono le tracce, almeno fino allo scorso gennaio, quando una Smart viene fermata a Bari in Piazza Luigi di Savoia durante una normale attività di controllo stradale. A bordo ci sono S.N., una donna di 53 anni nata a Napoli ma residente a Bari, e C.N., un uomo di 47 anni di Palo del Colle. Con loro un bambino che la donna, al momento di fornire i dati anagrafici dei passeggeri agli agenti, qualifica come suo stretto parente essendo tra le altre cose sprovvisto di documenti di riconoscimento.

Solo da successive verifiche emerge che la donna non ha legami con nessuno che corrisponda a quei dati ed evidentemente il nome utilizzato non è veramente quello del bimbo. Partono così una serie di indagini con pedinamenti e controlli e dopo un'ispezione presso l'abitazione della donna il minore risulta sparito. All'interno però si rinvengono degli oggetti personali del bimbo.

Da intercettazioni telefoniche, coordinate della Procura della Repubblica, si risale alla vera identità del bambino, figlio di un'altra donna residente a Napoli a cui per l'appunto era stato tolto dai servizi sociali più di un anno addietro. Il 6 febbraio si riesce a rintracciare il piccolo a Bisceglie e a trarlo in salvo. Ora è affidato ad una casa protetta, mentre le persone coinvolte sono accusate a vario titolo di sequestro e sottrazione di minore.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.