/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Novemila ricci e 500 kg di seppie e granchi blu: maxi-sequestro della Guardia Costiera al porto di Bari

Novemila ricci e 500 kg di seppie e granchi blu: maxi-sequestro della Guardia Costiera al porto di Bari

Novemila ricci di mare, 250 chili di seppie e altrettanti di granchi blu: tutti prodotti privi di documentazione attestante la provenienza degli stessi ma destinati a un centro di spedizione di Torre Canne. È quanto scoperto dalla Guardia Costiera di Bari all’interno di un furgone bulgaro proveniente dalla Grecia e sbarcato al porto. Il controllo ha permesso di sequestrare l’intero prodotto, per poi sottoporlo a controllo veterinario. Le seppie e i granchi sono stati devoluti in beneficenza alla Caritas della Diocesi di Bari – Bitonto, mentre i novemila ricci, ancora vivi, sono stati rigettati a largo della costa barese. Le attività di controllo saranno intensificate nei prossimi giorni e comunque fino al 30 giugno, giorno in cui terminerà il divieto di cattura dei ricci.

 

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.